Apple non condividerà più i dati delle vendite di iPhone?

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Dopo un altro trimestre record di vendite di iPhone e ricavi, è chiaro che Apple non ha problemi nel rastrellare contanti. Ma ci sarà un momento in cui la crescita dell’iPhone si fermerà: alcuni credono che questo momento arrivi proprio nel trimestre in corso, e la crescita di Apple dovrà provenire da nuovi segmenti. L’iPhone può dominare il fatturato di Apple in questo momento, ma il futuro della società si trova all’interno del buco nero che è la categoria “Altri prodotti”.

I nuovi prodotti della società californiana come la ridisegnata Apple TV e l’Apple Watch recentemente lanciato, insieme a cuffie Beats, iPod, e vari accessori hardware, sono tutti accomunati nella categoria Altri prodotti quando Apple annuncia i suoi guadagni, per nascondere la loro crescita, o declino (nel caso dell’iPod).

“Non è questione di non essere trasparenti, ma una questione di non dare i nostri dati alla concorrenza” ha detto il CEO della società Tim Cook lo scorso luglio quando gli venne chiesto perché Apple rivelò i dati sulle vendite di Apple Watch durante il suo primo trimestre.

vendite-apple-informatblog

La società ha annunciato la nuova categoria di riferimento alla fine del 2014 dopo aver mostrato l’Apple Watch, mettendo in chiaro che stava proteggendo la sua prima nuova linea di prodotti dal controllo delle vendite dalla morte di Steve Jobs.

L’ombra di Apple è molto lunga, e se avesse registrato meno vendite di Watch dallo scorso anno, le sue azioni sarebbero crollate. Ma sono crollate comunque, a causa delle paure del primo trimestre di non crescita per l’iPhone nella storia della compagnia e nessun chiaro successore al suo trono. le vendite di iPhone sono cresciute solo dell’1% rispetto allo scorso anno, e le vendite di Mac e iPad sono in calo del 3% e del 21% rispettivamente. Con Apple così fortemente dipendente dall’iPhone per mantenere la sua crescita e la sua reputazione a Wall Street, la nuvolosità della categoria “altri prodotti” fa poco per aiutare le tensioni tra gli azionisti.

Dividere le vendite per singoli prodotti non è un problema per la maggior parte delle aziende tecnologiche: Samsung comunica le vendite quando ne ha voglia e Amazon non ha trovato un numero oltre le entrate che le piace da quando è stata fondata, ma la maggior parte delle aziende non hanno venduto prodotti come ha fatto Apple nel corso degli anni. E quando una società che ha mantenuto un successo senza precedenti negli ultimi dieci anni cambia le sue abitudini con i nuovi prodotti, può far alzare qualche sopracciglio.

Sì, i ricavi sono aumentati nei tre trimestri da quando l’Apple Watch è stato introdotto. La categoria “altri prodotti” ha portato 4,3 miliardi di dollari di fatturato rispetto ai 1,6 miliardi del primo trimestre in cui l’Apple Watch è in vendita. Questo è sicuramente il miglior tasso di crescita annuo per una categoria di prodotti. Ma è chiaro quanto sia la responsabilità dell’Apple Watch per tale crescita. La società dice che in questo trimestre ha avuto un record di vendite di Apple Watch, ma ha detto che la stessa cosa per Apple TV. Apple Watch sta crescendo ad un ritmo pazzesco o sta giusto stabilendo record di vendite? La Apple TV e Beats fanno la parte del leone nelle entrate? Con l’Apple Watch, l’azienda ha un altro prodotto con un potenziale di crescita come l’iPhone o iPad, o sarà soltanto un nuovo Apple TV, che a cui servirà diverso tempo prima di diventare popolare?

E cosa succede quando un altro nuovo prodotto sarà introdotto? Apple Car starà assieme ai cavi Lightning? La società californiana non ha indicato se e quando dividerà i prodotti nella sezione “altri prodotti”, ma finché non lo farà, il successo delle sue azioni dipenderanno soltanto dalle vendite di iPhone. E con tali vendite che apparentemente stanno iniziando a diminuire, le cose non stanno andando bene per Apple a Wall Street.

Negli ultimi 15 anni, l’azienda è passata da un prodotto leader di crescita al successivo; da iPod a iPhone a iPad (per un paio di anni) e poi di nuovo iPhone. Ma in questo momento non vi è alcun successore. O forse c’è. Ma nessuno lo sa. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *