Caricamento in corso...
Altri produttori

ASUS ZenFone AR: il miglior smartphone del CES 2017

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Il CES non è la fiera in cui le aziende solitamente annunciano i loro ultimi smartphone, soprattutto perchè il Mobile World Congress è dietro l’angolo. Tuttavia, in pochi si aspettavano che ASUS annunciasse quello che in realtà ha fatto.

L’azienda ha introdotto l’ASUS ZenFone AR, il primo smartphone al mondo pronto per Tango e Daydream . Per questo motivo, lo ZenFone AR è diventato uno dei maggiori argomenti di discussione della manifestazione e sicuramente il miglior smartphone del CES 2017.

Uno degli aspetti più interessanti dell’ASUS ZenFone AR è che è molto più di uno smartphone di fascia alta. Le sue specifiche infatti sono impressionanti, e anche senza il valore aggiunto dallo ZenFone AR sarebbe ancora uno smartphone da non sottovalutare nel 2017. Il che mette in evidenza quanto sia impressionante l’ASUS ZenFone AR: si tratta di uno smartphone che non è solo la somma del suo hardware.

ASUS ZenFone AR

Grazie al supporto per la realtà virtuale e per la realtà aumentata, l’ASUS ZenFone AR è uno smartphone sopra qualsiasi altra cosa annunciata finora. Quasi tutti i principali smartphone del 2017 cercheranno di supportare Tango o Daydream, ma pochi probabilmente attraverseranno la barriera e offriranno supporto diretto per entrambi.

I primi indizi del 2017 fanno pensare che la maggior parte degli smartphone principali di quest’anno saranno compatibili con Daydream (a causa della complessa fotocamera necessaria per poter sfruttare appieno Tango), ma sembra probabile che alcuni smartphone investiranno fortemente in Tango.

Con l’ASUS ZenFone AR, il supporto Daydream è quasi una nota a margine, e si capisce anche dal nome scelto da ASUS. Dopo tutto, questo è l’ASUS ZenFone AR e non l’ASUS ZenFone VR. Quindi è chiaro che ASUS sta posizionando questo smartphone come un telefono per la realtà aumentata più che come un telefono per la realtà virtuale. In questo senso, la realtà virtuale è quasi solo una funzione aggiuntiva. Il che mostra ulteriormente la forza dello smartphone.

Per quanto riguarda il resto delle specifiche, l’ASUS ZenFone AR è uno smartphone dotato di un display QHD da 5,7 pollici (risoluzione 2560 x 1440). All’interno, ha 6 GB di RAM e 32GB di spazio di archiviazione.

Ci saranno anche ulteriori opzioni di archiviazione e persino una versione da 8GB di RAM, anche se alcune di queste varianti potrebbero essere disponibili soltanto in alcuni paesi. In ogni caso, tutte le varianti dello ZenFone AR monteranno il processore Qualcomm Snapdragon 821 quad-core. La fotocamera posteriore è da 23 megapixel, fornita con i sensori aggiuntivi necessari per Tango, ed è accompagnata da una fotocamera frontale da 8 megapixel.

Per il resto, l’ASUS ZenFone AR è alimentato da una batteria da 3300 mAh con supporto Quick Charge 3.0, è dotato di connettività USB-C ed esegue l’ultima versione di Android 7.0 Nougat.

I dettagli sulla data di uscita sono ancora scarsi: durante presentazione, ASUS ha confermato che lo ZenFone AR sarà disponibile nel secondo trimestre del 2017, senza dare nessun indizio sul prezzo. Anche se, qualunque prezzo abbia, sarà certamente uno smartphone da prendere in considerazione.(Fonte)

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti