Debug USB su Android. E’ sicuro tenerlo attivo?

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Quando dobbiamo effettuare il Root o usare un programma di recupero dati (e in alcuni casi anche alcuni programmi che devono fare il backup del nostro smartphone) dobbiamo abilitare il Debug USB, che è una funzione che amplia tutte le funzioni del nostro cellulare verso l’esterno della porta USB.

Ciò significa che non possiamo solo cercare dati all’interno del cellulare o ricaricare la batteria, ma possiamo anche installare Apps e modificare delle impostazioni. Controllare il cellulare dal PC e molto altro ancora. Praticamente il Debug USB ci permette di “aprire come un melone” il nostro sistema operativo Android.

debug usb android informatblog

Tenera attivo il Debug USB su Android è perciò pericoloso? Sì e no, dipende attualmente dal vostro cellulare e dall’età del vostro sistema operativo. Fino a qualche tempo fa (e su vecchi Android) tenere attivo il Debug USB è considerato assai pericoloso. Anche dei piccoli Hub dedicati alla ricarica della batteria del nostro cellulare può risultare in un cellulare hackerato e con programmi nocivi installati senza alcun avviso.

Ancora più peggio se abbiamo rootato il nostro Android, visto che stiamo mettendo allo scoperto i suoi dati di sistema e questi sono pronti ad essere modificati da qualsiasi malintenzionato.

Ma sui cellulari più moderni, c’è una piccola funzione che viene attivata ogni volta che connettiamo il nostro cellulare ad un dispositivo o un computer non riconosciuto. Ci viene data una richiesta precisa: se vogliamo attivare la connessione dati verso un dato indirizzo. Se non ci fidiamo o vogliamo semplicemente usare la porta USB per ricaricare la batteria, basterà negare l’accesso. La connessione dati verrà perciò bloccata per quell’indirizzo.

Sia quel che sia comunque se vogliamo essere più sicuri e non usiamo spesso il Debug USB, va sempre bene disattivarlo. Possiamo trovare l’opzione nelle impostazioni del cellulare, anche se dipende dal tipo di Android installato. Alcune volte è presente nelle Opzioni sviluppatore, mentre in altre occasioni è situato altrove.

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *