Zuckerberg: Facebook darà un giro di vite sulle false notizie

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Nel caso in cui ve lo foste persi la prima volta, Mark Zuckerberg ancora una volta sta difendendo il ruolo che Facebook ha giocato nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti.

L’amministratore delegato del social network ha risposto domenica alle accuse secondo cui Facebook aveva promosso notizie pregiudicanti contro Hillary Clinton, che hanno aiutato Donald Trump nella campagna elettorale presidenziale. Tra gli esempi, un agente dell’FBI associato allo scandalo della posta elettronica della Clinton trovato morto in un suicidio-omicidio e un’altra storia falsa sul Papa che avallava Trump.

facebook zuckerberg false notizie informatblog

Zuckerberg ha ampliato i punti che ha discusso ad una conferenza di tecnologia la scorsa settimana in un post su Facebook di domenica parlando di una “elezione storica” ​​che però è stata “molto dolorosa per numerose persone.” Non era solo l’elezione che è stata storica, però: il ruolo che i social media hanno avuto è stato senza precedenti.

Trump, che ha avuto una vittoria inaspettata la settimana scorsa contro Hillary Clinton, ha accennato all’influenza dei social media nelle elezioni perché gli ha permesso di parlare direttamente a milioni di persone. Trump ha stimato in una intervista “60 Minutes“, andata in onda domenica, di avere circa 28 milioni di seguaci su tutte le piattaforme di social media. “Lo trovo straordinario. Si tratta di una forma di comunicazione moderna. Non dovrebbe essere nulla di cui dovremmo vergognarci”, ha detto.

Zuckerberg ha riconosciuto che Facebook ha diverso lavoro da fare quando si tratta di identificare notizie false. “Abbiamo fatto progressi, e continueremo a lavorare su questo per migliorare ulteriormente”, ha detto.

Più del 99% dei contenuti su Facebook è autentico, ha detto Zuckerberg nel suo post, e l’altro 1% è raramente relativo a politica o prese di posizione in un modo particolare. Facebook permette già agli utenti di segnalare storie che non sono vere ed è alla ricerca di nuovi modi che la comunità può sfruttare per evitare la diffusione di notizie false.

Il social network deve stare attento anche per assicurarsi di non oltrepassare i suoi confini quando si tratta di libertà di parola, però, ha detto Zuckerberg.

“Sono fiducioso che riusciremo a trovare il modo migliore affinchè la nostra comunità possa dirci quali sono i contenuti più significativi“, ha detto, “ma credo che dovremmo essere estremamente cauti nel diventare arbitri della verità.”(Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *