Facebook: esseri umani e bot saranno le nuove app del 2016

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Facebook pensa di sapere quale sarà il futuro del mobile computing, e – sorpresa delle sorprese – sembra un po’ come Messenger. In un post sul blog che celebra il raggiungimento del traguardo di 800 milioni di utenti mensili della popolare app di chat (il che la rende l’applicazione più rapida crescita del 2015, secondo Nielsen), il vice presidente della messaggistica di Facebook David Marcus enuncia un futuro in cui ognuno farà business attraverso le conversazioni di Messenger. Oppure, come il sottotitolo del post di Marcus, “Le discussioni sono le nuove applicazioni.”

“In Messenger stiamo pensando a come possiamo aiutarvi a interagire con imprese o servizi per acquistare oggetti (e poi comprarne di nuovo), ordinare gite o biglietti aerei, e parlare al servizio clienti in modi deliziosi”, scrive Marcus.

facebook-2016-informatblog

“E ‘molto più facile fare tutto in un luogo virtuale che conosce le tue ultime interazioni e la tua identità, non è mai necessario eseguire il login, piuttosto che scaricare una app che non verrà mai usata di nuovo e saltare da un’app a un’altra.”

E’ un’idea che Facebook ha in testa già da un po’, aggiungendo sempre più funzionalità a Messenger, come ad esempio permettere alla gente di effettuare pagamenti utilizzando l’applicazione o ordinare un Uber. Applicazioni di chat asiatiche come Line e wechat hanno aperto la strada a questo proposito, consentendo agli utenti di gestire tutti i tipi di business attraverso una app, e ora le aziende tecnologiche occidentali stanno seguendo il suo esempio.

Il passaggio a questo nuovo modo di fare business non sarà limitato a Messenger, però, e i bot – un argomento di cui Marcus ha parlato menzionando l’assistente virtuale di Facebook M – saranno la chiave di questo cambiamento. Marcus rileva inoltre che i numeri di telefono stanno lentamente diventando meno importanti, e che Facebook beneficia di questa tendenza in quanto fornisce un’unica identità condivisibile per le persone da contattare.

Forse non sorprende poi, ma Facebook pensa che il futuro sembra abbastanza luminoso per Messenger nel 2016. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *