Facebook attiva il Safety Check dopo gli attacchi all’aeroporto di Istanbul

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Facebook ha attivato il servizio Safety Check dopo che tre attentatori suicidi hanno attaccato il principale aeroporto internazionale di Istanbul martedì notte. Circa 50 persone sono state uccise e oltre 100 sono rimaste ferite nelle esplosioni all’aeroporto Ataturk della metropoli turca.

Progettato per situazioni di disastro o di crisi, il Safety Check di Facebook consente agli utenti di una determinata area di avvisare amici e parenti che stanno bene. Gli utenti possono anche controllare altre persone nella zona interessata e segnalare gli amici come al sicuro.

istanbul-facebook-safety-check-informatblog

Facebook attivato il servizio Safety Check dopo la sparatoria all’interno della discoteca di Orlando all’inizio di questo mese. Il social network ha attivato la funzione anche in seguito agli attacchi terroristici di Bruxelles e al bombardamento di Ankara, in Turchia all’inizio di quest’anno, così come per gli attacchi che hanno sconvolto Parigi lo scorso anno.

All’inizio di quest’anno Facebook ha chiesto scusa per un problema tecnico del suo servizio Safety Check che ha inviato notifiche errate a seguito del bombardamento avvenuto la Domenica di Pasqua che ha ucciso 70 persone a Lahore, in Pakistan.

La strage dell’aeroporto Ataturk di Istanbul sta dominando sui social media da ieri sera, con l’hashtag #Istanbul trending topic in tutto il mondo su Twitter, insieme a #terörelanetolsun (una condanna alla maledizione del terrorismo in turco) e Atatürk Havalimanı’nda (‘all’aeroporto Ataturk’ in turco). Anche #PrayforTurkey è stato trending topic. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *