L’ex direttore accusa di furto chi chiede il rimborso per No Man’s Sky

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

I giocatori di No Man’s Sky per PS4 stanno ottenendo rimborsi sul PlayStation Network, e un ex dirigente non è troppo felice. I vari tweet di Shahid Ahmad di Ultimatum Games esprimono un punto di vista piuttosto surriscaldato.

Prima di diventare direttore della software house, Ahmad era il direttore del contenuto strategico di Sony. Come parte di quel lavoro, ha lavorato con sviluppatori come Hello Games al fine di garantire i diritti di pubblicazione per i titoli indie. Come ci si aspetterebbe, era più che alterato dopo aver scoperto che sono stati emessi rimborsi per i giocatori che erano insoddisfatti da No Man’s Sky.


tweet-furto

Ha iniziato il suo sproloquio dicendo: “Se stai ricevendo un rimborso dopo aver giocato ad un gioco per 50 ore sei un ladro“. Ha poi qualificato questa affermazione dicendo “Ecco la buona notizia: la maggior parte dei giocatori non sono dei ladri. La maggior parte dei giocatori sono persone oneste, senza il cui sostegno non ci potrebbe essere questa industria”.

Quando è entrato in contatto coi fan relativamente alla sua linea dura, ha suggerito che i giochi devono essere trattati come arte piuttosto che una cosa fatta in una fabbrica. “Non si possono semplicemente trattare come dei gadget”, ha detto.

In altre parole, gli artisti in genere non rimborsano i dipinti, semplicemente perché all’acquirente non piace quello che hanno comprato. Ahmad crede apparentemente che i giochi dovrebbero essere giudicati su scala simile. “Chiederei indietro i miei soldi solo se il gioco non funzionasse in fase di avvio”, ha assicurato. Soprattutto nel caso della PS4, No Man’s Sky non ha certo avuto questo tipo di problemi.


tweet-furto-2

Il problema principale che ha causato polemiche sin dal primo giorno è la mancanza di caratteristiche che Hello Games aveva pubblicizzato prima del lancio. Cose come fazioni, multiplayer e navicelle rinominabili sono state discusse apertamente, ma non sono mai arrivate ai giocatori. Per questo, molti clienti sentono di essere stati truffati dopo aver acquistato un prodotto che non rappresenta quelle qualità.

E ‘stato confermato tramite diverse fonti che i rimborsi del gioco per PS4 sono in essere sul PlayStation Network, ma solo dopo che sono stati tentati alcuni passaggi tecnici di risoluzione dei problemi. Alcuni utenti hanno anche paragonato il rimborso ad un gesto di “buona volontà” da parte dei rappresentanti della compagnia. La frustrazione di Ahmad non si rivolge a coloro che non possono far funzionare bene il gioco, ma piuttosto a quelli che ci giocano sin dal primo giorno e hanno deciso soltanto ora di riavere i soldi indiero.

no man's sky rimborso

Invece di offrire rimborsi diretti, Steam ha recentemente pubblicato un avviso sulla pagina di No Man’s Sky per PC che informa che i rimborsi saranno validi solo se il gioco è stato giocato per meno di due ore.

Siete d’accordo con le osservazioni di Ahmad? Pensate che alcuni giocatori di No Man’s Sky che hanno richiesto il rimborso siano dei ladri? Fatecelo sapere nella sezione commenti!(Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *