Huawei denuncia Samsung per violazione dei brevetti

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Huawei ha intentato una causa negli Stati Uniti contro Samsung poichè l’azienda coreana avrebbe violato una serie di brevetti che coprono dispositivi mobili e la tecnologia cellulare.

La causa segna la prima sfida legale importante da un produttore di smartphone cinese contro Samsung, che domina le vendite in tutto il mondo nel corso degli ultimi anni. Le aziende cinesi hanno sempre più ambizioni nel mondo degli smartphone, in cui attori importanti come Huawei stanno investendo miliardi di dollari per rinforzare portafogli di brevetti che consentono loro di competere con Samsung e Apple nei mercati d’oltremare.

Huawei ha detto che sta cercando un risarcimento per una presunta violazione di Samsung di 12 dei suoi brevetti: 4 relativi agli smartphone e 8 relativi alle reti cellulari. La causa riguarda l’uso da parte dell’azienda coreana di protocolli di rete mobile che secondo Huawei aiutano a garantire il servizio telefonico ininterrotto su reti LTE 4G. Huawei sostiene che Samsung usa questa tecnologia sui suoi prodotti di punta, sin dal Galaxy S II uscito cinque anni fa.

huawei-denuncia-samsung-informatblog

“Samsung e le sue affiliate hanno guadagnato miliardi di dollari con la vendita di prodotti che utilizzano la tecnologia di Huawei“, ha detto l’azienda cinese nella causa, depositata presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti in California.

“Ci auguriamo che Samsung rispetti gli investimenti e i brevetti di ricerca e sviluppo di Huawei, smetta di violare i nostri brevetti e ottenga la necessaria licenza da Huawei, collaborando insieme per protare congiuntamente l’industria in avanti,” ha detto il dirigente di Huawei Ding Jianxing in una dichiarazione.

Una portavoce dell’azienda coreana ha detto la società “esaminerà accuratamente la denuncia e prenderà i provvedimenti opportuni per difendere gli interessi commerciali di Samsung.”

Huawei ha intentato una causa contro la rivale coreana anche in Cina, presso il Tribunale del Popolo di Shenzhen. Huawei ha presentato denunce negli Stati Uniti e in Cina, perché questi sono due dei mercati smartphone più grandi del mondo, e lo sono anche per Samsung.

Huawei è il terzo produttore mondiale di smartphone per vendite, con una quota di mercato dell’8,3% nel primo trimestre, in crescita rispetto al 5,4% di un anno prima. Samsung ha invece una quota di mercato del 23%, seguita da Apple con una quota del 15%. Seguono Oppo e Xiaomi, anch’essi cinesi.

Samsung e Huawei producono telefoni che eseguono Android, il sistema operativo di Google. L’anno scorso, la prima ha speso 9.2 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo, mentre la seconda ne ha dedicati circa 12,5 miliardi.

Entrambe le società hanno firmato una serie di accordi di brevetto con altri operatori del settore, limitando l’attrito tra le aziende che producono smartphone che si basano su centinaia di brevetti per funzionare bene. All’inizio di quest’anno, Huawei ha raggiunto un accordo di brevetto di licenza con Apple, e l’azienda statunitense paga royalties per i brevetti a Huawei.

Samsung ha dovuto spendere molto per difendersi dalle rivendicazioni di infrazioni di brevetti. Una disputa in esecuzione con Apple sarà portata di fronte alla Corte Suprema degli Stati Uniti nel suo prossimo mandato, che inizia nel mese di ottobre. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *