Microsoft: Edge può risparmiare fino al 53% di durata della batteria

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Microsoft è attiva da decenni, ma ora sta facendo una nuova mossa nella guerra dei browser web. Microsoft Edge è incluso in ogni Windows 10: Microsoft dice che ha “decine di milioni di utenti,” ma compare a malapena nella maggior parte dei rapporti di quota di mercato dei browser.

Ma anche così, Microsoft ha utilizzato i dati forniti da quei milioni di utenti e un insieme esaustivo di test per dimostrare che Microsoft Edge è in realtà un browser più efficiente dal punto di vista della batteria di Google Chrome, Firefox e Opera.

Gli ingegneri di Microsoft hanno delineato in un primo post pubblicato sul blog dell’azienda come Edge possa far risparmiare fino al 53% della durata della batteria su un sistema Windows 10, rispetto ad altri browser come Chrome e Firefox. Un secondo post, più tecnico, promette che il prossimo Edge, disponibile con il prossimo aggiornamento di Windows 10, sarà ancora più efficiente.

microsoft-edge-batteria-informatblog

Jason Weber, che lavora per Microsoft Edge, ha spiegato che diversi browser web consumano energia in modi molto diversi, proprio come le automobili non tutte consumano benzina allo stesso modo. Alcune sono più efficienti di altre. Alcune vanno come se fossero sempre in città, mentre altre operano in una modalità “autostrada” più efficiente.

Weber sostiene che Chrome è un guidatore di città. “Quando si naviga sul web con Chrome, come in città si sveglia, va al prossimo semaforo, si ferma e poi riparte per il prossimo semaforo. E’ un modo comodo per guidare attraverso la città, ma utilizza molta benzina”.

Secondo Weber, Chrome e Firefox parlano costantemente con il sistema operativo, circa 60 volte al secondo (a volte persino fino a 250 volte al secondo). Edge si avvale della sua più profonda integrazione con Windows 10 per svegliarsi meno frequentemente, ha affermato. “Edge non sveglia mai, semplicemente dice al sistema operativo. ‘Ehi, ho del lavoro da fare, dimmi quando è più efficiente farlo”, ha detto Weber.

Ad esempio, quando si tocca lo schermo di Windows 10 su un computer touchscreen l’hardware si sveglia, e invia un messaggio al browser sullo schermo. Se si tratta di Chrome, esso poi dice a Windows 10 di cosa ha bisogno per animare lo schermo per scorrere verso l’alto o verso il basso. Con Edge, è possibile scorrere la pagina web senza risvegliarlo, ha detto Weber. Il sistema operativo è già lì, pronto a fare il lavoro grafico.

Come lo sappiamo?

Avere ore in più di durata della batteria sul computer portatile perchè si usa Edge anzichè Chrome è sorprendente. Ma perché dovremmo fidarci di queste affermazioni? Testare la durata della batteria è notoriamente difficile. Bisogna avere più banchi di prova, niente in esecuzione che potrebbe avere un impatto con il consumo della batteria, e script di test perfettamente ripetibili. Ad aggravare il tutto, ogni pagina web è diversa e la maggior parte di ciò che consuma energia avviene in background.

Weber ha riconosciuto la sfida, ma ha detto che Microsoft ha trovato un paio di modi per testare con precisione il consumo della batteria del browser. Il team ha effettuato test di laboratorio con dati provenienti da milioni di utenti Edge, e ha effettuato un test che ha ripreso in un video.

I test di laboratorio hanno mostrato un guadagno di durata della batteria impressionante. Essi hanno incluso 200 computer, sistemi connessi ai misuratori di tensione e computer con chip speciali per la misurazione della potenza costruiti sulle schede madre. A un certo punto, il sistema che esegue Microsoft Edge ha il 70% in più di batteria rispetto a quello che esegue Google Chrome.

La prossima mossa

Che si creda o no a Microsoft, la società è già impegnata a migliorare ancora di più l’efficienza energetica per la prossima versione di Microsoft Edge, che arriverà come parte dell’aggiornamento Windows 10 Anniversary entro la fine dell’estate.

Secondo un post di Brandon Heenan di Edge, questa nuova versione affronterà l’accesso JavaScript nelle schede in background. Invece di permettere a JavaScript di funzionare continuamente nelle schede nascoste, verrà rallentato per eseguire una volta al secondo. Verrà anche riprogettato il modo in cui Edge gestisce le animazioni eliminando i fotogrammi duplicati all’inizio e alla fine del loop.

Tuttavia, nessun cambiamento potrà essere più benvenuto di quello che il team ha in programma di fare con Flash. L’aggiornamento renderà Flash un processo separato e il sistema andrà in pausa per qualsiasi operazione di Flash inutile, chiudendolo se diventa instabile, senza impattare sul resto della navigazione.

Non c’è dubbio che Google avrà qualcosa da dire su tutto questo. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *