Microsoft lancia Cortana Beta per iOS

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Microsoft ha ufficialmente iniziato il suo beta test di una nuova versione di Cortana per iOS. E se siete uno dei pochi fortunati ad esserci coinvolti, consideratevi parte di un club abbastanza esclusivo. Secondo un post sul blog WareNotice, Apple limita i beta tester a circa 2000 persone o poco più per ogni domanda (a causa delle restrizioni imposte da TestFlight). Ma sicuramente ci saranno probabilmente molto più che 2000 fan Microsoft ansiosi di giocare con l’applicazione Cortana per iOS.

Se siete tra i fortunati ad avere la possibilità di accedere alla versione beta, dovreste aver ricevuto una e-mail all’inizio di questa settimana che vi avrà dato la buona notizia. Se avete appena guardato la vostra casella di posta e non avete trovato nulla, non preoccupatevi ancora: E’ possibile che Microsoft stia lanciando inviti a ondate, e forse il vostro arriverà presto.

microsoft-cortana-per-ios-informatblog

“La vostra vita non è limitata a un solo dispositivo, e nemmeno a un solo assistente digitale. Cortana è con voi sul vostro PC Windows 10, tablet e telefono, vi aiuta quando e dove ne avete bisogno. Ma sappiamo anche che c’è una tale scelta di dispositivi mobili da volerci l’aiuto dei nostri tester per assicurarci che sia una grande assistente personale anche su iOS”, si legge nella descrizione di Microsoft in un post sul blog all’inizio di novembre.

“L’integrazione profonda di Cortana con Windows significa che è qui dove lei può davvero brillare. Ci sono alcune caratteristiche che verranno utilizzate su Windows che non hanno ancora la possibilità di girare sui telefoni iOS telefoni (come dire ‘Hey Cortana’ per svegliarla), ma ci siamo concentrati sul rendere Cortana per iOS la compagna perfetta per voi”.

Come nota TechCrunch, i partecipanti alla beta di Cortana per iOS sono invitati a provare alcune attività specifiche all’interno della app, come impostare un promemoria su un PC Windows 10 e vedere cosa succede sul dispositivo iOS quando si esegue questa operazione, oppure utilizzare Cortana per pianificare incontri e vedere se l’assistente virtuale “può aiutare in tempo in modo coerente”, oppure ancora comunicare con Cortana e vedere se l’assistente virtuale sembra davvero reale.

Questi obiettivi sono un po’ più di marketing che tecnici, ma non si può dare certo la colpa a Microsoft di cercare di familiarizzare i beta tester che potrebbero anche non conoscere Cortana. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *