Microsoft licenzia 1850 lavoratori ex Nokia

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Microsoft sta tagliando 1850 posti di lavoro nella sua divisione smartphone appena due anni dopo l’acquisizione di Nokia, nel tentativo sfortunato di diventare il leader di mercato ai danni di Apple e Samsung.

In una mossa che porta chiaramente l’impronta dell’amministratore delegato Satya Nadella, Microsoft ha detto mercoledì che la maggior parte dei posti di lavoro persi sono in Finlandia; ciò porterà 950 milioni di dollari nelle casse dell’azienda. Microsoft non ha detto quanti dipendenti lavorano attualmente sugli smartphone nel gruppo nel suo insieme.

Lo spostamento di Microsoft, nota soprattutto per il software, in una società più focalizzata sui dispositivo è stato un segno distintivo del precedente amministratore delegato Steve Ballmer.

microsoft-1850-licenziamenti-informatblog

In una delle sue più grandi operazioni, Ballmer chiuse un accordo per acquistare Nokia e il suo business dei cellulari per circa 7,2 miliardi di dollari alla fine del 2013. L’accordo fu chiuso nel mese di aprile 2014, e due mesi dopo Nadella divenne CEO di Microsoft.

Da allora, Nadella ha riorganizzato il business della telefonia, a partire dalla ristrutturazione del 2015 che ha messo il gruppo di dispositivi, in precedenza una unità a sè stante sotto l’ex capo di Nokia Stephen Elop, sotto il gruppo Windows gestito da Terry Myerson. la divisione di Windows è la più grande della società.

Un rappresentante sindacale finlandese ha detto a Reuters che i tagli in sostanza porrebbero fine allo sviluppo di Microsoft di nuovi telefoni. “La mia idea è che Windows 10 andrà avanti come sistema operativo, ma non ci saranno altri telefoni realizzati da Microsoft”, ha detto il rappresentante.

Microsoft ha detto in una dichiarazione che avrebbe continuato a sviluppare la piattaforma Windows 10 e a supportare i propri smartphone Lumia, ma non ha fatto nessun commento sull’ipotesi che svilupperà o meno nuovi telefoni Windows Phone, anche perchè le quote di mercato di Windows Phone sono scese sotto l’1% nel primo trimestre del 2016.

Lo scorso anno Microsoft ha annunciato 7,5 miliardi di dollari di svalutazioni e 7800 tagli di posti di lavoro nella sua attività di telefonia. All’inizio di questo mese, Microsoft ha venduto il suo business dei cellulari di fascia bassa per 350 milioni di dollari. La società ha detto mercoledì che prevede di tagliare tutti i 1350 posti di lavoro presso la sua unità di telefonia mobile finlandese e chiudere un sito di ricerca e sviluppo nel paese. Ulteriori 500 posti di lavoro andranno persi in altri paesi, ha detto, senza entrare nei dettagli.

“Stiamo concentrando i nostri sforzi nella telefonia dove abbiamo differenziazione“, ha detto Nadella in un comunicato. “Continueremo a innovare attraverso i dispositivi e i nostri servizi cloud attraverso tutte le piattaforme mobili.”

Nokia aveva circa il 40% del mercato della telefonia mobile del mondo nel 2008, prima di essere eclissato dalla crescita degli smartphone touch-screen. Di conseguenza, Nokia e Microsoft hanno tagliato migliaia di posti di lavoro in Finlandia negli ultimi dieci anni, e la mancanza di posti di lavoro sostitutivi è la ragione principale per la corrente stagnazione economica del paese.

Nokia, ora focalizzata su apparecchiature di rete di telecomunicazioni, proprio la settimana scorsa ha detto che stava tagliando circa 1000 posti di lavoro in Finlandia, dopo l’acquisizione del rivale franco-americano Alcatel-Lucent.

Il business della telefonia di Microsoft ha ancora un fan dedicato: è proprio l’ex CEO Steve Ballmer, che si vantava del suo dispositivo a una cena a San Francisco ospitato da Fortune nel mese di marzo. “E’ un dispositivo Windows Phone”, ha detto mentre il pubblico rideva. “Perché non dovrebbe esserlo?” (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *