Microsoft chiude Lionhead Studios e annulla Fable Legends

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

In un sorprendente post sul blog di lunedi mattina, Microsoft ha annunciato che Lionhead Studios, nota in questi ultimi anni per la saga di Fable, sta per essere chiuso. Lo sviluppo del lungamente pianificato multiplayer Fable Legends viene quindi arrestato. Lo studio danese Press Play, che stava dietro a Max: The Curse of Brotherhood, viene anch’esso chiuso.

“Queste sono state decisioni difficili e non le abbiamo prese con leggerezza, né sono una riflessione su questi team di sviluppo, che sono incredibilmente fortunati ad avere il talento, la creatività e l’impegno delle persone che ci lavorano”, ha scritto il General Manager di Microsoft Studios Europe Hanno Lemke. “Non abbiamo nulla da dire, se non un sentito grazie di cuore per i membri di Lionhead e Press Play per il loro contributo a Xbox e al mondo dei videogiochi. Lavoreremo a stretto contatto con coloro che sono colpiti dalla notizia di oggi per trovare loro nuove opportunità per Xbox, o partnership con la più ampia comunità di sviluppo, per aiutarli a continuare a lavorare in altre parti del settore dei videogiochi”.

fable-legend-cancellato-informatblog

Lionhead è stata fondata nel 1996 da Peter Molyneux, a quel tempo noto per classici PC come Populous e Magic Carpet, assieme a Steve Jackson di Games Workshop e ai reduci dell’ex studio di Molyneux, Bullfrog Studios. Dopo essersi fatto un nome con l’ambiziosa serie Black & White dove i giocatori incarnavano Dio e l’originale RPG per Xbox Fable, Lionhead è stata acquisita da Microsoft nel 2006, ed ha creato una serie di seguiti di Fable (tra cui uno sfortunato spin-off per Kinect), prima che Molyneux lasciasse lo studio nel 2012 per iniziare a lavorare a 22cans (che è stato preso di mira in qualche polemica poco dopo).

Negli ultimi anni, Microsoft aveva messo Lionhead al lavoro su Fable Legends, un gioco di azione-avventura prima annunciato per la prima volta nel 2013. Il gioco, che è stato mostrato in una varietà di forme incomplete alle fiere nel corso degli anni, aveva attraversato diversi cambiamenti strutturali e di gameplay durante il suo sviluppo, compreso un passaggio a un modello free-to-play annunciato lo scorso anno.

L’affermazione di Microsoft ha lasciato ufficialmente qualche scappatoia per il destino di Lionhead, dicendo che la società è stata solo in “discussione con i dipendenti sulla chiusura di Lionhead Studios nel Regno Unito”. Eppure, il tono generale dell’annuncio di oggi lascia pochi dubbi sul fatto che lo studio probabilmente non esisterà più a lungo nella sua forma attuale.

Press Play, nel frattempo, iniziò la sua vita nel 2010 con l’eccentrico platform Max & the Magic Marker. Lo studio è stato acquisito da Microsoft nel 2012, assicurandosi così il sequel Max: The Curse of Brotherhood per il lancio di Xbox One del 2013. Entrambi i giochi hanno ottenuto recensioni contrastanti e non sono riusciti a fare una grande impressione in termini di vendite o critica tra i giocatori. Recentemente, Press Play aveva lavorato su Project Knoxville, un gioco multiplayer horror di sopravvivenza con l’intrigante slogan “human nature exposed”.

Le chiusure lasciano Microsoft con un numero più piccolo di aziende sussidiarie che sviluppano esclusive per Xbox e Windows 10. I dipendenti effettivi interessati dalle chiusure saranno probabilmente rimescolati in altre società Microsoft Studios come 343 Industries (Halo), Turn 10 (Forza), Rare (Sea of Thieves) e il recente acquisto Mojang (Minecraft). (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *