Microsoft svela Skype for Business

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Microsoft ha fatto un passo avanti verso l’integrazione dei suoi diversi strumenti di comunicazione lunedi, svelando Skype for Business, la sua ultima piattaforma per le chiamate e riunioni online quattro anni dopo l’acquisizione di Skype per 8,5 miliardi di dollari. La nuova piattaforma è inserita in Office 365, la versione in abbonamento cloud-based del software aziendale di Microsoft.

Tra le altre caratteristiche, Skype for Business permette alle aziende di tenere riunioni virtuali con un massimo di 10.000 partecipanti su quasi tutti i dispositivi. Essa comprende anche l’integrazione con Bing Pulse, uno strumento di sondaggi in tempo reale, e con Yammer, il social network per imprese che Microsoft ha acquisito nel 2012. I partecipanti possono aderire a incontri componendo il numero da un telefono fisso o cellulare, o con un’opzione single-touch su computer, tablet e smartphone. Gli utenti possono anche effettuare chiamate tradizionali attraverso la piattaforma, che si basa sulle caratteristiche di Lync, il precedente servizio di chiamata online di Microsoft.

skype-for-business-informatblog

“Poichè non è legato ad un ambiente specifico, è possibile raggiungere chiunque”, ha detto Jacky Wright, dirigente Microsoft parlando di Skype for Business. “E’ anche in continuo aggiornamento tramite Office 365”, ha aggiunto. Microsoft all’inizio di quest’anno ha cominciato a testare la piattaforma tra i suoi 90.000 dipendenti in tutto il mondo, lanciandola in tutta l’azienda in soli 30 giorni. Ha anche rilasciato una anteprima agli abbonati Office 365 nel mese di luglio, attirando circa 4.000 aziende e organizzazioni.

Andre Garcia, vice presidente IT di ABM Industries (una società con 118.000 dipendenti), ha detto che la sua azienda ha recentemente utilizzato Skype for Business per ospitare una riunione virtuale a livello aziendale con più di 100 partecipanti, compresi utenti apparsi in video, o che l’hanno semplicemente monitorata attraverso dispositivi mobili.

“Quello che sta succedendo nel nostro spazio è che i clienti chiedono sempre di più l’interazione con la nostra forza lavoro”, ha detto. “Skype for Business è stato un vantaggio per l’IT e per la nostra attività, per comunicare in modo trasparente con i nostri team e con i nostri clienti: la mia squadra non ha più bisogno di preoccuparsi di mantenere i server in casa”, ha detto Garcia.

Microsoft deve affrontare una forte concorrenza nel mercato della videoconferenza. Nel secondo trimestre i ricavi in questo mercato sono cresciuti del 5,1% rispetto all’anno precedente, secondo gli ultimi dati di IDC. Allo stesso tempo, i servizi cloud stanno avendo un impatto sulla vendita delle infrastrutture di attrezzature per videoconferenza, ha detto IDC.

Il mese scorso Cisco Systems, uno dei più grandi attori del mercato, ha pagato 700 milioni di dollari per acquisire Acano Ltd., una joint venture di Londra specializzata in hardware che aziende o servizi cloud installano per gestire le videoconferenze.

Altri attori importanti nel mercato includono Adobe, Citrix e IBM. Microsoft punta sulla familiarità degli utenti con Skype come un punto chiave. “Dal punto di vista di gestione del cambiamento, il fatto che la gente sia abituata a usare Skype a casa aiuta molto” ha detto Jacky Wright. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *