Miitomo, la prima app per smartphone Nintendo, arriva in Giappone

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Con la sua prima applicazione per smartphone uscita giovedì in Giappone, Nintendo inizia a competere con rivali del calibro di Facebook e Snapchat per il tempo libero dei consumatori. Miitomo non è un videogioco con personaggi iconici come Mario, ma uno strumento sociale con caratteristiche familiari, come ad esempio la possibilità di inviare commenti e aggiungere grafica alle foto. Gli utenti possono mettere un “cuore” sui post degli amici, proprio come con altri social network.

Le app di comunicazione competono in uno spazio affollato. Eppure, Nintendo ritiene di avere abbastanza ganci per far sì che ragazzi e adulti utilizzino l’app gratuita tutti i giorni, ha detto Reggie Fils-Aime, presidente della divisione statunitense della società. “Pensiamo di aver creato una serie di elementi che i consumatori adoreranno”, ha detto. “Se siamo riusciti a creare qualcosa di adorabile e condivisibile, pensiamo di poter sfondare”.

nintendo-miitomo-informatblog

In Miitomo, le persone creano avatar animati chiamati Mii – un concetto che Nintendo introdotto con la console Wii nel 2006 – e personalizzano le loro acconciature, abiti e molto altro ancora. Alcuni miglioramenti costano denaro reale, così Nintendo prevede inizialmente di generare entrate attraverso l’applicazione. Nintendo prevede di lanciare l’app anche in altre zone del mondo, ma non ha annunciato i tempi.

Differenziare Miitomo da altre app simili sarà una sfida. Il piano di Nintendo è quello di spingere le persone nelle conversazioni quando aprono l’applicazione ponendo domande come quale programma TV stanno guardando, prendendo ispirazione da Facebook quando chiede “Cosa passa per la testa?” o Twitter che chiede “Che cosa sta succedendo?”.

La chiave, secondo Fils-Aimé, è incoraggiare le persone a parlare con singole persone invece che con grandi gruppi di amici. “E’ più personale, più uno-a-uno”, ha detto. Nintendo prevede di attirare gli utenti abituali premiandoli con moneta virtuale da spendere per i loro Mii.

La mossa verso le app per smartphone arriva dopo che il Nintendo Wii U ha lottato per competere nel mercato delle console contro PlayStation 4 e Xbox One. Nintendo sta lavorando su una nuova console NX, ma non ha ancora rivelato dettagli su di essa. Nel frattempo, l’azienda giapponese ha rilasciato altri prodotti che non hanno niente a che fare con i videogiochi, come ad esempio un dispositivo che traccia il sonno.

Quando Miitomo fu annunciato nel mese di ottobre 2015, gli investitori reagirono male, con le azioni Nintendo in calo del 9%. Anche se la società è in ritardo per il mercato dei giochi mobile, tale mercato è ancora in crescita. I giochi per cellulari saliranno del 37% nei prossimi quattro anni e raggiungeranno 48 miliardi di dollari di fatturato annuo entro il 2020, secondo Digi-Capital.

Nintendo prevede di rilasciare quattro app nei prossimi 12 mesi, tutti giochi, e includerà alcuni dei suoi personaggi iconici. Fils-Aime ha rifiutato di dire come Miitomo potrebbe interagire con questi titoli. “Questa è la prima volta che stiamo creando contenuto per un dispositivo che non abbiamo inizialmente previsto”, ha dichiarato Fils-Aimé. “Ecco perché ci sta portando via tanto tempo”. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *