Quanto costa produrre un iPhone 7: gli enormi margini di Apple

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

L’iPhone 7 potrebbe non avere il jack per cuffie, ma è ancora più costoso da produrre rispetto all’iPhone 6s lanciato lo scorso anno, secondo nuovi dati.

Il costo dei componenti dell’iPhone 7, è di 219,80 dollari, ha dichiarato la società di ricerca IHS Markit. La società ha stimato che la costruzione dell’iPhone 7 costa altri 5 dollari, portando il suo costo di produzione totale a 224,80 dollari (200 euro tondi tondi). Questo prezzo è riferito al modello da 32GB e si basa su risultati preliminari, suggerendo che IHS potrebbe cambiare la sua stima dopo aver completato la sua revisione finale.

Con quasi 225 dollari, l’iPhone 7 da 32GB è relativamente costoso. Infatti, IHS ha osservato in un comunicato emesso a dicembre che l’iPhone 6s, lanciato lo scorso anno, costa ad Apple 36,89 dollari in meno per unità, ossia 187,91 dollari, per la produzione.

Quanto costa produrre un iPhone 7

“Il costo totale dei materiali per l’iPhone 7 è in linea con quello che abbiamo visto con gli ultimi telefoni di punta del principale concorrente di Apple, ossia Samsung, in quanto i costi sono superiori a quelli dei precedenti iPhone”, ha dichiarato Andrew Rassweiler di IHS Markit. “Tutte le altre cose sono uguali, Apple ha sempre più margine rispetto a Samsung, ma i costi dei materiali sono più elevati rispetto al passato”.

Eppure, non va troppo male ad Apple: l’iPhone 7 costa 649 dollari negli USA, e ciò dà alla società un profitto di oltre 424 dollari su ogni unità che vende. IHS deve ancora valutare altre versioni di iPhone 7, tra cui l’iPhone 7 Plus, per determinare quanto margine ha Apple sulla vendita di tali unità.

L’iPhone 7 è arrivato sugli scaffali dei negozi venerdì scorso ed è stato annunciato all’inizio di questo mese. Lo smartphone è dotato di un design simile al suo predecessore, ma ha un processore molto migliorato, l’A10, così come nuove fotocamere. L’iPhone 7 ha un nuovo pulsante Home e non ha più la presa per le cuffie. Il display offre una maggiore luminosità e una migliore precisione del colore rispetto al modello dello scorso anno.

Ogni nuovo aggiornamento porta nuove sfide produttive che spesso possono aumentare il prezzo di produzione. Nel corso del tempo, proprio come altri produttori, i costi di Apple sono scesi, dato che i prezzi dei componenti e l’assemblaggio hanno seguito questo trend. Per Apple, questo significa un aumento dei profitti col passare del tempo.

Tuttavia, se Apple fa davvero tanto quanto dice IHS resta da vedere. IHS dice che i suoi risultati sono preliminari e potrebbero cambiare quando completerà la sua revisione finale entro la fine dell’anno. Lo sarà quando valuterà ogni componente in modo più dettagliato.

Detto questo, Apple si è da tempo scrollata di dosso le stime. In una dichiarazione di aprile, il CEO Tim Cook ha detto che deve ancora vederne “una che è anche lontanamente accurata“. I suoi commenti hanno seguito quelli dell’allora CFO Peter Oppenheimer, che nel 2010 suggerì che questo tipo di rapporti erano fortemente inesatti. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *