Recensione Sony Xperia X: un grande telefono, ma troppo costoso

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Gli smartphone Android di Sony sono mai veramente stati il meglio del meglio. Ma nel 2016, Sony ha abbandonato la sua gamma di punta Xperia Z a favore di una nuova e molto interessante Xperia X, che introduce numerosi cambiamenti. Ma vale la pena dargli attenzione? Vediamolo insieme con la recensione del Sony Xperia X.

Design & Hardware

Il design dei Sony Xperia Z è sempre stato più o meno lo stesso: un frontale in vetro con un vetro posteriore e plastica o metallo in mezzo. Il Sony Xperia X sembra uguale a colpo d’occhio, ma guardandolo un po’ più vicino si noteranno alcune lievi modifiche.

Uno dei maggiori cambiamenti è la rimozione del pannello posteriore in vetro. Il Sony Xperia X ha abbandonato il vetro in cambio di una parte posteriore metallica che è, onestamente, peggiore. Come il LG G5, il metallo su questo telefono non sembra abbastanza metallo. E’ freddo al tatto in una mattina fredda, ma sembra plastica. E’ anche una buona cosa poiché impedisce di sporcarlo con le ditate, ma allo stesso tempo non sembra un materiale di alto livello. La cornice intorno ai bordi sembra uguale, ma è plastica, non di metallo.

recensione sony xperia x

Sul lato sinistro è presente porta per lo slot per schede SIM/microSD. Alcuni piccoli tocchi come questo fanno davvero una grande differenza per chi cambia spesso SIM o scheda SD, ciò non richiede alcuno strumento speciale come avviene nella maggior parte dei dispositivi di punta attuali. Sul lato destro si trova il pulsante di alimentazione verso il centro, il bilanciere del volume subito sotto, e un pulsante per la fotocamera. Si tratta di una configurazione che richiede un po’ di tempo per abituarsi. Avere il bilanciere del volume quasi al fondo del dispositivo è strano così come è strano un pulsante di accensione che non esce fuori come praticamente in qualsiasi altro dispositivo. Per quanto riguarda il pulsante fisico della fotocamera, Sony l’ha inserito ancora una volta. Perfetto. Altre aziende, prentete nota. Le telecamere sono davvero buone negli smartphone ora. Abbiamo bisogno di cose come questa più spesso.

Su fronte troverete una classica configurazione Sony. Altoparlanti stereo anteriori fiancheggiano la parte superiore e inferiore del display con la fotocamera anteriore in cima. Le cornici su questo telefono sono decisamente snellite rispetto ai precedenti Sony Xperia, qualcosa che molti utenti apprezzeranno.

È interessante notare che Sony ha scelto di posizionare il chip NFC su questo telefono sul lato anteriore accanto al sensore della fotocamera, qualcosa di visto su uno smartphone, ma su questo dispositivo in realtà ha senso dal momento che la parte posteriore è completamente in metallo e non ci sono linee di antenna.

Sulla parte superiore troverete anche un jack da 3,5 mm per cuffie e un microfono, mentre la parte inferiore ospita la ricarica, la porta microUSB e un altro microfono. Ma c’è una cosa che dobbiamo dire: a differenza dei precedenti smartphone di Sony, l’Xperia X non è resistente all’acqua. Perché? Non ci è dato saperlo.

Display

Lo schermo del Sony Xperia X è un 5 pollici LCD 1080p. E’ piacevole vedere un altro dispositivo solido con queste dimensioni e il display stesso è solido. Non all’altezza di altri dispositivi come l’HTC 10 o il Samsung Galaxy S7, ma comunque molto buono.

La luminosità è ottima e i colori sono per la maggior parte accurati, andando un po’ verso il lato caldo. Gli angoli di visualizzazione sono buoni.

Software

Il Sony Xperia X esegue il sistema operativo Android 6.0.1 Marshmallow personalizzato dalla skin Sony. In questa ultima versione, Sony ha portato il suo software più vicino alla versione base di Android, facendo solo pochi piccoli aggiustamenti qua e là. Alcuni di questi includono un modo più rapido per raggiungere le impostazioni rapide scorrendo verso il basso dal centro della barra di notifica, un paio di modifiche di colore e un nuovo launcher.

Non c’è niente di negativo da dire sul software del Sony Xperia X, ma tutto quello di cui possiamo lamentarci si trova all’interno del launcher. Non fraintendeteci, funziona, va bene, ma quando un launcher consiglia di scaricare app come Candy Crush Saga e Clean Master non si può fare a meno di sentirsi un po’ sconvolti. Per fortuna questa è una caratteristica che si può disattivare. Un altro inconveniente è che il launcher non è organizzato per niente. Detto questo è facile per passare a quasi ogni ordinamento che preferite.

Specifiche e Performance

Il Sony Xperia X monta un processore Qualcomm Snapdragon 650, con 3GB di RAM e 32GB di spazio di archiviazione. Il telefono non ha alcun problema con le prestazioni, si può usare tutto il giorno senza intoppi, tutto fila liscio, veloce, e in generale piacevole.

Per quanto riguarda le prestazioni nel gioco, non ci sbilanciamo più di tanto, nessun problema ma nessun test sotto stress con giochi pesanti. Dopo circa 15 minuti il ​​telefono si riscalda un po’, ma questo è da aspettarselo.

Durata della batteria

Il Sony Xperia X racchiude una batteria non rimovibile da 2620 mAh. Nel complesso la durata della batteria su questo telefono è soddisfacente per operazioni di tutti i giorni come invio di SMS, navigare su internet, controllare i social network o ascoltare musica su Spotify. Il telefono dura senza problemi una giornata intera senza dover prendere in considerazione di ricaricarlo.

Sony ha anche inserito la funzionalità Qualcomm Quick Charge 2.0 su questo dispositivo, promettendo una carica del 60% in soli 30 minuti. Il caricabatterie incluso nella confezione è compatibile con questa ricarica rapida.

Macchina fotografica

Sul retro del Sony Xperia X si trova una ottima fotocamera da 23 megapixel. Sony vincerà alcun premio, ma per lo meno non sarete delusi da questa fotocamera. Gli scatti all’aperto sono ottimi, ma il telefono fa un po’ di fatica in condizioni di scarsa luminosità, dove tende a sovraesporre.

Il sensore è certamente in grado di scattare buone foto, ma ha anche alcuni svantaggi. Prima di tutto, non c’è la funzionalità OIS (stabilizzazione ottica dell’immagine). Si tratta naturalmente di un grave inconveniente per le riprese video, ma non aiuta neanche a fare foto in condizioni di luce scarsa. Oltre a questo, la fotocamera è anche abbastanza lenta a piena risoluzione. Per impostazione predefinita, la fotocamera è impostata a 8 megapixel con un rapporto di 16:9. A 8MP Sony dice che il sovracampionamento contribuisce ad eliminare il rumore e a catturare colori migliori, cosa che sembra fare, ma abbassare così tanto la risoluzione è un controsenso. Però aumentandola aumenta anche il tempo necessario per scattare. Non vi resta che scegliere il male minore.

Audio

Un’altra cosa da notare sul Sony Xperia X è l’audio rivolto verso la parte anteriore. Avrete due altoparlanti stereo sulla parte superiore e inferiore del display e un suono fantastico. L’audio che esce da questi diffusori è ottimo anche ad alti volumi. L’ascolto con le cuffie potrebbe essere migliorato, ma per fortuna è possibile utilizzare un DAC/AMP esterno su questo dispositivo per migliorare le cose, se siete alla ricerca di un audio migliore.

Conclusioni

Dopo aver trascorso del tempo con il Sony Xperia X, possiamo chiamarlo un buon telefono. Anche un ottimo telefono. Ma ci sono due grandi aspetti negativi.

In primo luogo, la versione americana non ha nessun sensore di impronte digitali. Viviamo in un mondo in cui le persone si preoccupano se un telefono è dotato di un sensore di impronte digitali, e giustamente è così. Tuttavia, per un motivo non chiaro, Sony ha deciso di eliminare il sensore di impronte digitali su questo dispositivo negli Stati Uniti.

In secondo luogo il prezzo: non sappiamo cosa Sony pensa che questo telefono sia, ma a quanto pare è uno smartphone decisamente di fascia media ed ha un prezzo negli Stati Uniti di 550 dollari. Nonostante tutte le cose buone di questo telefono, gli svantaggi sono semplicemente troppo grandi, soprattutto guardando il prezzo.

Con un sensore di impronte digitali, un design resistente all’acqua, e una macchina fotografica perfetta, questo telefono avrebbe potuto guadagnare qualcosa. Tuttavia il suo prezzo si avvicina a quello di altri smartphone di punta di livello ben superiore. Questo è il 2016, Sony, e gli smartphone sono a buon mercato ora, forse anche troppo. (Fonte)

Loading...

One Response

  1. Giovanni 19 giugno 2016 Reply

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *