Da oggi la Russia permette di spiare WhatsApp e Skype

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

L’adozione di una nuova e controversa misura anti-terrorismo in Russia, nota come Legge Yarovaya, ha come conseguenza che le società di sicurezza del paese hanno da adesso il via libera per spiare una serie di popolari servizi di messaggistica, tra cui Skype, Facebook Messenger e WhatsApp.

Il quotidiano russo Kommersant ha riferito che la società di sicurezza Con Certeza ha messo a punto una serie di strumenti che permettono di violare le comunicazioni cifrate.

L’azienda lavora spesso a stretto contatto con le forze dell’ordine del paese e i suoi strumenti non saranno utilizzati esclusivamente per decifrare il traffico internet, ma anche per distribuire attacchi di tipo man-in-the-middle.

legge parlamento russo whatsapp informatblog

In Russia, tutte le società di comunicazione sono tenute a conservare le informazioni riguardanti i dati dei loro utenti per tre anni. Devono inoltre fornire alle forze dell’ordine le chiavi di decrittazione necessarie quando viene loro richiesto.

Il servizio di Sicurezza Federale della Russia, il successore moderno del KGB, ha anche riferito di essere a lavoro sullo sviluppo di un sistema che sarà in grado di decodificare tutto il traffico Internet che passa attraverso il paese in tempo reale. Il sistema sarà ricercabile tramite parole chiave.

La creazione di un tale sistema è stata una reazione diretta da parte del governo del paese alla notizia che la società di sicurezza israeliana Wintego ha creato un’applicazione denominata CatchApp in grado di violare la cifratura di WhatsApp.

Poco si sa riguardo l’applicazione in questo momento, ma sembra che funzioni utilizzando un attacco in stile man-in-the-middle per intercettare il traffico inviato tra i server di WhatsApp e il dispositivo preso di mira.

Wintego sostiene che CatchApp sia compatibile con l’ultima versione della app di messaggistica anche se non ha rivelato se è in grado di violare o meno i recenti miglioramenti crittografici di WhatsApp.

La decisione della Russia di intercettare e decifrare tutto il traffico che passa attraverso il paese potrebbe portare altri governi a seguirne l’esempio, il che potrebbe rivelarsi molto dannoso per WhatsApp, Telegram e gli utenti di questi e altri servizi di messaggistica criptati. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *