Samsung Galaxy Note 7: non tutti sono tornati indietro

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Samsung Galaxy Note 7: è davvero un calvario. Uno dei migliori dispositivi top di gamma che non vedevamo da mesi è stato un fallimento totale da un’azienda della quale non ci saremmo mai aspettati, e questo è un po’ un peccato ma le rivelazioni non sono finite. Samsung qualche ora fa ha ammesso che tutto questo calvario ancora non è finito ammettendo che solamente l’85 dei Samsung Galaxy Note 7 sono tornati indietro.

Samsung Galaxy Note 7

Purtroppo c’è qualcuno che vuole rischiare e quindi non ha consegnato il suo top di gamma del colosso coreano e quindi ha deciso di tenerlo, Samsung ha ammesso comunque che se non dovesse riuscire a ritirare questi prodotti cercherà di rilasciare un aggiornamento che almeno salvi la batteria “esplosiva”.

Possiamo dire però che questo 85% è davvero un tasso abbastanza importante, sopratutto se andiamo a confrontare questa percentuale con tutti i dispositivi che sono stati venduti negli USA. Proprio in queste ore T-mobile rilascerà un aggiornamento per i propri Samsung Galaxy Note 7 per questo problema della batteria e dovrebbe arrivare da oggi in poi in modo che questo problema della batteria potrebbe per lo meno limitarsi, ma ovviamente non risolversi completamente.

L’azienda comunque è ancora molto concentrata sulla raccolta di tutti questi Samsung Galaxy Note 7 per farli tornare indietro, Samsung comunque ha ammesso che la maggior parte di tutti i clienti che hanno avuto questo Note 7 e sono stati costretti a riportarlo indietro non hanno voluto il rimborso in “cash” ma hanno preferito prendere un S7 Edge con il buono sconto o le cuffie incluse. Non si sa se siano dati veritieri o meno, sta di fatto che molti clienti sembra che nonostante questo “calvario” non hanno voluto abbandonare l’azienda.

Via

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *