Samsung, LG e Facebook porteranno la realtà virtuale tra la massa

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Con l’annuncio al Mobile World Congress di Barcellona, ​​Samsung sta spingendo la realtà virtuale come un ottimo motivo per acquistare i suoi telefoni. Non che i Galaxy S7 e S7 Edge ne abbiano bisogno per apparire convincenti: le loro macchine fotografiche sono fantastiche, sono entrambi impermeabili, e le loro componenti praticamente perfette. Ma sono anche entrambi compatibili con il Gear VR, e Samsung ha annunciato che regalerà l’accessorio preordinando uno dei nuovi telefoni Galaxy prima del 18 marzo.

E’ una spinta importante per una più ampia diffusione della realtà virtuale, ancora in fase nascente. Anche in questi primi giorni, è chiaro che le tecnologie di visualizzazione immersive non sono solo costruite per un tipo di esperienza o per un tipo di acquirente. Come i televisori, i computer portatili o gli smartphone, i caschi per la realtà virtuale possono essere usati per fare una serie di cose: guardare i video a 360 gradi costruiti appositamente per questi dispositivi, giocare a giochi di nuova generazione, o semplicemente guardare film Netflix 2D in un teatro virtuale. Inoltre, i prezzi variano molto, da 1500 dollari per un Oculus Rift e un computer per alimentarlo, a oggetti da 25 dollari come Google Cardboard.

samsung-lg-facebook-realta-virtuale-informatblog

Il Gear VR di Samsung sta nel mezzo: esso utilizza gli ultimi telefoni Galaxy S e Galaxy Note come display e hub di elaborazione, rendendolo simile al Cardboard. Ma il Gear VR è molto più comodo di un visualizzatore di cartone pieghevole, e tra gli store accessibili attraverso il dispositivo ci sono molti contenuti con cui divertirsi. Non ha le capacità di gioco dei dispositivi da attaccare ai computer, ma ci sono giochi innovativi e video a 360 gradi a bizzeffe.

Facebook sul volto

L’altra grande novità del Gear VR arriva da Facebook. La società ha annunciato che i suoi video a 360 gradi sono stati ottimizzati per la riproduzione su Gear VR, e che saranno visualizzabili nelle prossime settimane. L’ottimizzazione comporta una ripartizione intelligente della risoluzione video: piuttosto che alimentare video a 360 gradi alla massima risoluzione in ogni momento, Facebook dice che il sistema regolerà la risoluzione a seconda di dove si sta guardando, fornendo alta risoluzione senza richiedere una quantità infinita di larghezza di banda.

Questo non solo darà alle masse un primo assaggio di “realtà virtuale sociale“, come dice Mark Zuckerberg, ma metterà anche la creazione di realtà virtuale saldamente nelle mani dei consumatori. E i giganti del mondo mobile stanno espandendo le loro offerte per coprire ogni pezzo del puzzle.

La risposta coreana

Se seguite il mondo dei televisori, saprete che Samsung e LG si sfidano praticamente ogni giorno. Ciò sta accadendo anche nella realtà virtuale: anche al MWC, LG ha annunciato un dispositivo per la realtà virtuale da accoppiare col suo ultimo telefono di punta, il G5. Ma è un prodotto completamente diverso: l’LG 360 è compatibile con Cardboard ed è di piccole dimensioni, più vicino ad un paio di occhiali da sci. La dimensione più piccola è stata resa possibile perché ha i suoi propri display, usa il G5 solo come cervello. Ma a differenza del Samsung Gear VR, il dispositivo LG è un accessorio piuttosto che una piattaforma a sè stante.

Sul lato della creazione di contenuti entrambi i giganti della Corea del Sud hanno piani simili. LG e Samsung hanno annunciato fotocamere compatte e facili da usare che registrano video e immagini a 360 gradi, progettate per essere utilizzate con i loro telefoni di punta.

La LG 360 CAM riprende foto e video a 360 gradi con due sensori da 13 megapixel nascosti dietro due lenti a 200 gradi. Registra anche audio 5.1 surround, e i video sono condivisibili tramite YouTube 360 ​​e Google Street View. La nuova fotocamera di Samsung è invece il Gear 360, ed ha le dimensioni che stanno tra una pallina da golf e una da baseball. La videocamera registra video sferici a risoluzione 3840 × 1920 con una coppia di sensori da 15 megapixel con lenti F2.0, e viene fornita con il suo piccolo treppiede.

A dire il vero si sono già viste fotocamere per ​​video a 360 gradi, ma la maggior parte di esse erano modelli professionali o gadget di fascia bassa ad alto prezzo, senza un traino significativo per una piattaforma o dispositivo mobile. In combinazione con l’annuncio di Facebook, l’introduzione di queste telecamere potrebbe essere un cambiamento interessante nel modo in cui l’opinione pubblica pensa alla realtà virtuale. Piuttosto che qualcosa da consumare, essa avrà la possibilità di essere un mezzo creativo per la gente comune, che tutti potranno utilizzare e imparare a diffondere. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *