Samsung perde terreno nei confronti di Huawei e Lenovo

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Samsung Electronics, il più grande produttore al mondo di smartphone, ha avuto un calo di vendite nel secondo trimestre, lo ha rivelato martedì scorso la società di ricerca IDC. Il colosso della telefonia coreana ha perso terreno nei riguardi dei produttori cinesi dopo diversi anni di crescita verticale, secondo IDC.

La società di ricerca ha detto che le vendite di smartphone Samsung sono scese del 4 per cento rispetto a un anno fa, anche se il trimestre ha visto il lancio del nuovo modello top di gamma di Samsung, il Galaxy S5. La sua quota di mercato degli smartphone a livello mondiale è scesa di 7 punti percentuali, al 25%.

samsung-vendite-huawei-lenovo-informatblog

L’azienda coreana ha riportato i suoi risultati trimestrali qualche giorno fa, in quel caso non ha fornito i dati di vendita degli smartphone, ma è apparso evidente che la macchina delle vendite di Samsung è in stato di stallo. Il risultato operativo è diminuito, e Samsung ha detto che le vendite di smartphone fascia media e bassa sono state deboli in Cina e in alcuni paesi europei a causa della forte concorrenza e del rallentamento della domanda.

L’azienda cinese Huawei, il terzo più grande produttore di telefoni al mondo, non ha però osservato un crollo corrispondente del suo mercato di casa. Le sue vendite di smartphone sono raddoppiate nel trimestre attestandosi a 20,3 milioni di unità. Huawei ha venduto smartphone di fascia bassa negli Stati Uniti per diverso tempo, e adesso vuole entrare nel mercato dei dispositivi di fascia alta.

Melissa Chau di IDC ha affermato che i produttori cinesi come Huawei e Lenovo hanno un “precario vantaggio competitivo” in questo momento perché possono vendere i telefoni migliori di concorrenti locali nei mercati emergenti ad un prezzo più basso.

Apple, il secondo più grande produttore al mondo di smartphone, ha registrato un aumento del 12% nelle vendite di iPhone per il trimestre. IDC ha però detto che la sua quota di mercato è scivolata dal 13% al 12%, segno questo della presenza di nuovi player all’interno di un mercato complesso come quello degli smartphone.

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *