Smartphone Samsung esplode in Francia, e non è il Galaxy Note 7

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Al fuoco! Al fuoco! Un utente Samsung in Francia ha segnalato che il suo smartphone è esploso durante il fine settimana – e non è un Galaxy Note 7. Lamya Bouyirdan, della città di Pau, ha detto ai media lo scorso weekend che il suo Samsung Galaxy J5 ha preso fuoco in un incidente che ricorda la saga che circonda l’ormai defunto Galaxy Note 7.

Bouyirdane detto ad Associated Press di aver notato che il telefono era caldo al tatto dopo aver chiesto a suo figlio di quattro anni di passarglielo. Ha detto che ha gettato il telefono a terra quando si è reso conto che si era dilatato, e del fumo usciva fuori da esso.

Il telefono quindi ha preso fuoco e la parte posteriore del portatile è stata scaraventata via, prima che il suo proprietario spegnesse il piccolo incendio divampato.

samsung-smartphone-esplode-informatblog

Bouyirdane ha detto che citerà in giudizio Samsung per l’incidente. Tuttavia, ha anche detto che ha comprato il dispositivo su internet, quindi non è chiaro se la società è in colpa per l’esplosione dello smartphone.

Un portavoce di Samsung ha detto in una dichiarazione: “Non siamo in grado di commentare questo specifico incidente fino a quando non esamineremo accuratamente il dispositivo. La sicurezza del cliente rimane la nostra massima priorità e vogliamo lavorare con qualsiasi cliente che ha avuto un problema con un prodotto Samsung, al fine di indagare sulla questione e sostenerlo. I problemi con il Galaxy Note 7 sono isolati solo a quel modello.”

Questa problema non poteva capitare in un momento peggiore per Samsung, in quanto l’azienda ha acquistato pagine intere sui giornali negli Stati Uniti questa settimana per chiedere scusa per il problema con il Galaxy Note 7.

“Un importante principio della nostra società è quello di offrire sicurezza e qualità. Di recente, non abbiamo mantenuto questa promessa e per questo siamo veramente dispiaciuti”, si legge nell’annuncio.

“Riesamineremo tutti gli aspetti del dispositivo, compresi l’hardware, il software, la produzione e la struttura complessiva della batteria. Lavoreremo più rapidamente possibile, ma ci prenderemo il tempo necessario per avere le risposte giuste.” (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *