Snowden: l’FBI non ha bisogno di Apple per sbloccare gli iPhone

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Edward Snowden è tornato a parlare dell’FBI venerdì scorso per la sua affermazione che solo Apple può sbloccare l’iPhone del killer di San Bernardino. Il caso è ormai di fama mondiale ed è finito all’interno dei tribunali federali, in attesa della sentenza.

L’ex subappaltatore della National Security Agency che ha fatto trapelare informazioni sui programmi di sorveglianza di massa degli Stati Uniti ha parlato attraverso uno stream in diretta dal suo appartamento in Russia ad un pubblico della Brooklyn Academy of Music di New York.

Edward Snowden

Ha detto che l’FBI sta tentando di costringere Apple a contribuire a sbloccare l’iPhone per convenienza, non per necessità, perché ci vorrebbe molto tempo per l’agenzia per sviluppare gli strumenti e le competenze per violare il telefono. (L’FBI ha detto nelle sue argomentazioni giuridiche che solo Apple può sbloccare l’iPhone, il quale è dotato di un codice di accesso.)

“Mentre gli hacker fanno le loro cose nei loro garage, l’FBI non ha investito in alcun tipo di capacità forense significativa“, ha detto Snowden.

Una corte federale ha ordinato ad Apple il mese scorso di creare una nuova versione del suo sistema operativo per gli agenti dell’FBI che stanno tentando di raccogliere le prove dal telefono usato da Syed Rizwan Farook, che ha ucciso 14 persone lo scorso dicembre a San Bernardino, in California. Apple ha chiesto alla corte di rigettare l’ordine, dicendo che l’FBI cerca un “potere pericoloso” che potrebbe danneggiare la sicurezza degli utenti e portare verso un pendio scivoloso attraverso il quale l’applicazione della legge potrebbe eventualmente richiedere di spiare le persone attraverso le telecamere degli smartphone. La Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Centrale della California sentirà le argomentazioni di entrambe le parti il prossimo 22 marzo.

Le parole di Edward Snowden sono arrivate alcune ore dopo che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha detto parlando al festival SXSW di Austin che la comunità delle aziende tecnologiche dovrebbe contribuire a risolvere le differenze con le forze dell’ordine per quanto riguarda la cifratura, secondo The Verge.

L’FBI ha chiesto di raddoppiare il suo bilancio per gli strumenti forensi e di crittografia fino a circa 70 milioni di dollari americani. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *