Sony chiude Game Studios di Londra e San Diego

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Il successo senza precedenti di Sony con la PS4 e il brusio fortemente positivo generato dalla presentazione della nuova PS4 Pro hanno dato all’azienda giapponese e ai suoi fan di tutto il mondo una serie di buone notizie per festeggiare. Tuttavia, alcuni dei dipendenti di Sony non potranno prendere parte alla celebrazione: il sito GamesIndustry.Biz ha riportato infatti che Sony licenzierà alcuni sviluppatori di giochi, grafici e altro personale nel suo studio di Londra.

Sony ha detto che il team di Londra, il quale ha lavorato sul primo gioco compatibile con la realtà virtuale e con Playstation VR, ha raggiunto la fine dei lavori nella fase di sviluppo del gioco. La squadra stava sviluppando il gioco per Playstation VR dal titolo “London Heist“, un’estensione di una demo che Sony ha dimostrato in passato per promuovere la realtà virtuale.

sony chiude studio londra e san diego

Secondo il sito, Sony giustifica il licenziamento dei lavoratori, e afferma che il ridimensionamento è un evento normale quando il progetto di un videogioco raggiunge la sua conclusione. Sony ha rilasciato una dichiarazione formale in merito alla questione, dicendo: “All’interno dell’intero Sony Interactive Entertainment Worldwide Studios si tengono revisioni di questo tipo in maniera regolare, assicurandoci che le risorse che abbiamo, in un paesaggio così competitivo, conseguano i nostri obiettivi strategici nel miglior modo possibile”.

Sony non è stata insensibile per la difficile situazione dei dipendenti licenziati. L’azienda ha promesso che alcuni di essi saranno trasferiti in altri studi di Sony se ci sono posti vacanti, e se non esistono li aiuterà a trovare lavoro in altre società di videogiochi. Nonostante il licenziamento degli sviluppatori, Sony rimane fortemente impegnata sui videogiochi per la realtà virtuale.

Dopo Londra anche San Diego

La chiusura dello studio di Londra è stata immediatamente seguita da una chiusura simile a San Diego, in California, secondo quanto riportato da iDigitaltimesFonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *