Sony rivela perché PSVita non era presente all’E3 2016

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

L’E3 2016 si è tenuto il mese scorso e l’evento è senza dubbio una delle più grandi fiere di tutto il mondo per quanto riguarda l’industria dei videogiochi. E’ proprio durante l’E3 che di solito vengono fatti i grandi annunci per giochi e per le nuove console. Tuttavia, durante l’evento fieristico di quest’anno, Sony sembrava non aver preso in considerazione la sua ultima console portatile, la PSVita. Finalmente oggi sappiamo perchè.

Grazie al sito Dual Shockers, che è stato in grado di tradurre un’intervista tra Atushi Morita di Sony Interactive Entertainment Japan and Asia e 4Gamer. E’ all’interno di questa intervista che sono stati condivisi alcuni dettagli sulla mancanza PSVita durante l’E3 2016.

sony psvita e3-informatblog

Il fatto della questione è che i giocatori occidentali non sono troppo affezionati alla console portatile di Sony. Poichè l’E3 si ​​rivolge proprio verso i giocatori di questa zona del mondo, Sony ha scelto di mostrare solatnto l’hardware e i giochi più popolari per questo territorio. Ciò sembra essere completamente diverso a Oriente, in quanto la PSVita sembra essere ancora godere di un fiorente successo tra i giocatori.

In realtà, è stato anche rivelato che Sony sta ora vendendo più PlayStation 4 che mai tra i giocatori giapponesi, cosa che era un problema alla partenza del ciclo di vita della PlayStation 4. Indipendentemente da ciò, se vi fosse una crescita di giocatori occidentali interessati alla console portatile PSVita, allora ci sarebbero più rivelazioni, annunci e naturalmente videogiochi.

Infine, Atsushi Morita non ha voluto commentare se Sony avrà prima o poi in cantiere un successore per la PSVita. Per ora dovremo soltanto aspettare e vedere cosa ci mostrerà l’azienda per la sua console portatile durante il prossimo Tokyo Game Show. Cosa ne pensate della PSVita? Siete anche voi giocatori occidentali che non l’hanno apprezzata? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto! (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *