Alla ricerca di popolarità, Tizen sbarca su Raspberry Pi

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Mentre i fan del Raspberry Pi sono occupati con le loro nuove creazioni rivoluzionarie, Samsung sta facendo uno sforzo per monetizzare il loro amato computer. E lo sta facendo con Tizen, un sistema operativo open-source basato su Linux che, forse, come previsto, ha una somiglianza impressionante con Android e persino condivide alcuni delle stesse app.

Proprio così, Samsung ha portato il suo sistema operativo Tizen 3.0 su Raspberry Pi, il che significa che con gli strumenti giusti è ora possibile creare le proprie versioni del sistema operativo per la piccola scheda.

tizen-raspberry-pi-informatblog

Anche se ben lungi dall’essere noto, Tizen è stato introdotto nel 2012, ed è installato su una vasta gamma di dispositivi, tra cui smartphone, dispositivi indossabili, TV e altro ancora. L’obiettivo di Samsung per questo progetto, come riporta PC World, è che gli interessati possano sviluppare dispositivi per la internet delle cose che sfruttino il software.

Per chi non le conosce, le schede Raspberry Pi sono convenienti (costano circa 20 euro) e hanno venduto a milioni. Molte di loro sono utilizzate come strumenti per la produzione di tecnologia innovativa come robot, indossabili, droni, e altro ancora. Il Raspberry Pi 2, in particolare, vanta il supporto sia per Raspbian che per il kernel di Ubuntu Linux così come per il core Windows 10 IoT di Microsoft.

Tuttavia non è la prima volta che Samsung sta cercando di portare Tizen su Raspberry Pi. In realtà è un progetto che è iniziato qualche anno fa, con diverse versioni beta che hanno cercato di uscire sul mercato. Fortunatamente il suo sviluppo è cresciuto piano piano e grazie agli strumenti di Yocto e OpenEmbedded, ora il sogno di Samsung di portare il vero e proprio Tizen su Raspberry Pi diventa realtà.

Più di recente, Tizen è stato al centro dei lavori del progetto di collaborazione Yocto basato su Linux presso il Free and Open Source Developers’ European Meeting, o FOSDEM, verso la seconda metà del mese scorso. In particolare, il gruppo ha parlato di Tizen per i dispositivi della internet delle cose. Forse questo infonderà nuova vita nel sistema operativo mobile spesso trascurato di Samsung. Forse, ma probabilmente no. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *