Attenzione Apple e Samsung: lo Xiaomi Mi 5 è in arrivo

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Potreste non aver mai sentito parlare di Xiaomi o non aver mai utilizzato uno dei suoi prodotti. E anche se lo avete fatto, potreste chiedervi perché uno dei più grandi venditori di smartphone in Cina, che storicamente non ha mai venduto negli Stati Uniti e in Europa, è stato presente al MWC per parlare del suo nuovo smartphone di punta, lo Xiaomi Mi 5. La risposta, sembra, non è per lanciare un assalto al mercato occidentale come ha fatto Huawei, ma piuttosto per avvertire rivali del calibro di Apple e Samsung che Xiaomi sta arrivando, e la gente la amerà.

In una sorprendente conferenza, il dirigente Hugo Barra ha mostrato il suo nuovo Xiaomi Mi 5 basato su Android confrontandolo contro Galaxy S7 e iPhone 6S. E almeno sulla carta, Apple e Samsung hanno molto da preoccuparsi. Il Mi 5 mette in mostra il nuovo processore Snapdragon a 2.2GHz, uno schermo edge-to-edge 5.15 pollici 1080p, fino a 4GB di memoria RAM LPDDR4, fino a 128 GB di di archiviazione, un a macchina fotografica 16MP f/2.0 con OIS a 4 assi (la prima, sostiene l’azienda), NFC, uno scanner di impronte digitali, batteria 3000mAh, e uno splendido corpo in metallo e vetro.

xiaomi-mi5-mwc-informatblog

Il prezzo per tutto questo? 361 euro per il modello da 128 GB di fascia alta con corpo in ceramica, e 277 euro per la versione entry-level con 3GB di RAM e 32GB di spazio. Sarà disponibile anche una versione da 64GB e tutte saranno disponibili nei colori nero, oro e bianco, con Android 6.0 in esecuzione sotto l’interfaccia di Xiaomi MIUI 7. I telefoni saranno venduti direttamente dal sito web di Xiaomi in Cina dal 1° marzo, rendendo il Mi 5 uno dei primi telefoni disponibili in commercio con l’ultimo processore Qualcomm Snapdragon 820.

Ma forse la cosa più impressionante dello Xiaomi Mi 5 non è il suo prezzo, ma piuttosto il livello di qualità costruttiva che l’azienda cinese ha raggiunto. Sembra bello, è leggero e comodo da tenere in mano con soli 129g per la versione vetro. Tutti i bordi metallici hanno un tatto morbido e arrotondato, mentre la curva sul retro del telefono lo rende più facile da afferrare. Data la tendenza per il vetro di essere molto scivoloso e fragile, questa caratteristica è la benvenuta, anche se speravamo che i produttori di smartphone avrebbero smesso di usare il vetro sulla parte posteriore dei loro telefoni per via della sua fragilità. La versione di ceramica dovrebbe essere un po’più robusta, però.

Lo Xiaomi Mi 5 ha più o meno le stesse dimensioni dell’iPhone 6S: è un pochino più spesso con 7,25 millimetri, eppure riesce a contenere un più ampio schermo da 5,15 pollici e una batteria 3000mAh con una densità di 685Wh/L, una delle più alte nel settore, sostiene Xiaomi. La fotocamera è ancora completamente a filo con il corpo, e Xiaomi ha inserito nel suo Mi 5 un modulo da 16 megapixel Sony IMX298 con apertura f/2.0 e lente in vetro zaffiro con registrazione video 4K, messa a fuoco automatica, isolamento per evitare la dispersione della luce tra i pixel e stabilizzazione ottica dell’immagine a 4 assi che contrasta sia il movimento di rotazione che quello trasversale.

Speriamo che il software di Xiaomi possa essere al passo con l’hardware, ma le foto di prova che l’azienda ha mostrato durante la sua presentazione sembravano ottime, mentre un video che ha mostrato la caratteristica OIS del Mi 5 rispetto all’iPhone 6S opportunamente ha mostrato l’iPhone. Sul fronte c’è una fotocamera da 4 megapixel che dispone di pixel più grandi per catturare più luce, simile al sensore Ultrapixel di HTC sull’M9 e A9.

Il display è forse la parte meno notevole del Mi 5, attestandosi a 1080p di risoluzione, ma il design edge-to-edge è bello e aiuta a mantenere le dimensioni del telefono compatte. Il display è luminoso fino a 600 nits e Xiaomi ha lavorato in qualche modo hardware per regolare dinamicamente il contrasto quando esso viene utilizzato in pieno sole.

Non ci sono dubbi, il Mi 5 è un telefono impressionante. La qualità costruttiva è eccellente, e le caratteristiche per quel prezzo sono notevoli. Certo, l’interfaccia di Xiaomi MIUI 7 non sarà l’ideale per tutti e c’è anche la questione di come un buon supporto software si affianchi a questo telefono, anche se l’azienda dice che lo aggiornerà ogni settimana.

Il problema più grande dello Xiaomi Mi 5 è la sua data di uscita. Nonostante l’abbia svelato al MWC, Xiaomi è stata sorprendentemente vaga sull’uscita in Europa o negli Stati Uniti. Ha citato la Cina, e poi l’India. L’Europa e Stati Uniti, beh, sembra che ci sia stato un vago “forse”. Il modello di vendita diretta di Xiaomi, simile a quello di OnePlus, significa che vende i propri telefoni direttamente dal suo sito in numero limitato per i clienti a prezzo quasi di costo, e in questo momento, semplicemente non offre un modo semplice per gli acquirenti europei per acquistarne uno.

In ogni caso, il MWC 2016 è stato l’occasione per Xiaomi per testare le acque, per vedere se gli occidentali potrebbero desiderare di raggiungere gli altri 70 milioni di utenti che hanno acquistato un dispositivo Xiaomi lo scorso anno. Nove utenti su dieci Android in Cina usano un telefono Xiaomi. Datele qualche anno, e lo stesso potrebbe accadere anche in Occidente. (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *