Xiaomi, arriva MIUI 9 basato su Android 7.0 Nougat

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

Gli smartphone Xiaomi come il Mi 4c, Mi 4s e Mi Note saranno i primi della società cinese a ricevere l’ampiamente previsto aggiornamento software MIUI 9, basato su Android 7.0 Nougat. A quanto pare, il beta testing per Nougat è già iniziato e la divisione che lavora su MIUI ha rivelato che alcuni degli smartphone Xiaomi saranno tra i primi a riceverlo.

L’aggiornamento software potrebbe non arrivare quest’anno: secondo International Business Times, ci sono molti altri smartphone Xiaomi come il Redmi 2 Prime, Redmi 3, 3S, 3A e Redmi Pro che riceveranno l’aggiornamento, ma non è noto quanto tempo i clienti dovranno aspettare.

Inoltre, è del tutto possibile che altri smartphone Xiaomi come il Mi Note 2, Mi 5s Plus o il Mi MIX riceveranno anch’essi MIUI 9, dato che si tratta di modelli ampiamente disponibili.

xiaomi miui 9

Anche se attualmente non c’è alcuna informazione ufficiale su quando MIUI 9 basato su Android 7.0 Nougat sarà disponibile per gli smartphone Xiaomi, è quasi impossibile che arrivi prima della fine dell’anno. Tuttavia l’uscita del nuovo sistema operativo è di certo una buona notizia per la società cinese, dato che renderebbe gli smartphone più attraenti per i clienti e aumentarebbe la sua popolarità sia in Cina che nel resto del mondo.

MIUI è la versione personalizzata Android dell’azienda cinese e Phone Arena prevede che disporrà di varianti molto interessanti rispetto ai lineamenti regolari di Android Nougat. In questo modo, gli smartphone Xiaomi potrebbero smettere di essere tra i pochi in ritardo rispetto ai suoi concorrenti in questo ambito, e avranno finalmente un sistema operativo che potrebbe aumentare le sue possibilità di battere Huawei come più grande produttore di smartphone in Cina.

Se non avete uno di questi telefoni, adesso è un buon momento per comprarne uno. Sareste interessati all’acquisto di uno smartphone Xiaomi con MIUI 9? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!(Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *