YouTube Music, in uscita il nuovo servizio di streaming musicale

Ti interessa questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!

YouTube ha appena presentato YouTube Music, un servizio di streaming musicale e un’applicazione progettata per competere con le offerte esistenti come Apple Music e Spotify. YouTube Music è parte di YouTube Red, il servizio in abbonamento senza pubblicità che YouTube ha annunciato il mese scorso.

La nuova applicazione YouTube Music è disponibile sia per iOS che per i dispositivi Android, portando il servizio ad una vasta gamma di smartphone e tablet. YouTube Music, che offre sia canzoni che video musicali di accompagnamento, include sia un livello gratuito dove vengono mostrate alcune pubblicità che una versione senza pubblicità a pagamento che si lega ad un utente YouTube Red. YouTube Red costa 9.99 dollari al mese (o 12,99 come app iOS per tenere conto del 30% del ricarico di Apple), ma gli utenti possono registrarsi per 14 giorni di prova gratuita quando scaricano l’applicazione.

Pagare per YouTube Music tramite YouTube Red consente agli utenti di ascoltare in streaming canzoni on-demand, creare playlist e ascoltarle senza pubblicità. La musica può anche essere salvata e ascoltata offline. Senza abbonamento, gli utenti possono comunque ascoltare le canzoni e guardare i video, ma il servizio includerà alcuni annunci pubblicitari.

Come altri servizi di musica in streaming, YouTube Music permette agli utenti di cercare i contenuti, ma include anche liste curate delle migliori canzoni della settimana e una sezione su quali brani vanno di moda. Inoltre ha dedicato pagine agli artisti con ulteriori raccomandazioni per gli album come un modo per scoprire i contenuti, e offre una libreria musicale che include video classici, filmati di concerti, registrazioni dal vivo e altri contenuti che non sono disponibili su altri servizi.

L’applicazione YouTube Music per iOS può essere scaricata dall’App Store gratuitamente. [Link diretto] Cosa ne pensate della rivoluzione della musica in streaming? Pensate che cambierà per sempre il modo di ascoltare musica? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto! (Fonte)

Loading...

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *