Android

3 caratteristiche di Android L che non conoscevate

Con il rilascio della prossima versione del sistema operativo Android di Google, denominata Android L, molti si chiedono ciò che di nuovo il sistema operativo porterà e perché sarà migliore. Ci sono un sacco di articoli a riguardo, ma ecco tre cose che potete non sapere sul nuovo software.

ART Runtime

Android L presenta un design radicalmente diverso, ma è molto diverso anche sotto il cofano. Il Runtime Dalvik è stato utilizzato come standard per anni, ma Android RunTime (ART) sarà significativamente più veloce. In sostanza, compila Dalvik Java in codice nativo mentre è in esecuzione come un app, il che significa che a volte balbetta e salta. Questo cambia con ART, compilando tutto il codice di una app durante l’installazione della stessa, il che significa che le app dovrebbero eseguire un bel po’più veloce.

Inoltre ART è ottimo perché non richiede agli sviluppatori di modificare il codice, mentre è capace di compilare ogni codice che Dalvik poteva compilare. Non solo, ma dato che ART non compila il codice di una app mentre essa è in esecuzione, la durata della batteria è significativamente migliore.

Naturalmente, esiste un compromesso. ART usa un po’più di spazio di archiviazione, ma la maggior parte delle persone probabilmente pensa che ne valga la pena, soprattutto data la una maggiore quantità di memoria sugli smartphone di oggi.

Google Fit

Una grande caratteristica che non ha avuto molto risalto è il nuovo Google Fit. Come Apple, con il suo nuovo HealthKit, Google debutta con le nuove funzionalità di salute sul prossimo sistema operativo mobile.

Google Fit terrà traccia una serie di parametri, incluso il sonno, quantità di gradini saliti e così via. Idealmente, Google sarà il centro per tutti gli utenti in cerca di monitorare la loro salute, compresi i dati raccolti da altri dispositivi come uno smartwatch, per esempio.

E ‘importante notare che non abbiamo ancora visto un app dedicata per Google Fit, ma piuttosto i dettagli sulla piattaforma, che un certo numero di applicazioni possono sfruttare. Questo è il genere di cosa che open source che ci si aspetterebbe da Google.

Android L non è solo un sistema operativo per il telefono

Come Google ha annunciato al Google I/O nel mese di giugno, Android L alimenta diverse altre cose oltre il vostro telefono. Infatti, attraverso il vostro smartphone Android potrete controllare la vostra auto, il vostro soggiorno e i vostri smartwatch.

Android Auto è il nuovo sistema operativo in-car di Google, che sarà trasmesso ad un display nel cruscotto della macchina. L’interfaccia assomiglia a Google Now, e contiene navigazione, musica e controllo vocale.

Android TV sarà un po’diverso nel senso che sarà inserito all’interno di set-top box e televisori, ma verrà comunque controllato dagli utenti con lo smartphone. Attraverso esso, gli utenti potranno giocare, guardare spettacoli e così via.

A causa del fatto che la maggior parte dei dispositivi indossabili sono collegati agli utenti di smartphone, Android L potenzierà anche i dispositivi indossabili basati su Android Wear. Le notifiche ricevute sul telefono di un utente verranno visualizzate su tali dispositivi, come anche altre informazioni.

Conclusioni

Android L sarà una delle più grandi versioni di Android della storia. Mentre le cose come Material Design, una serie di linee guida di progettazione, le notifiche e le nuove funzionalità sono incredibili, ci sono molte altre caratteristiche che contribuiranno a rendere grande Android L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti