Altri tablet

5 motivi per cui non avete bisogno di un tablet per lavoro

Un tablet per lavorare potrebbe sembrare un grande investimento. I tablet hanno infatti schermi più grandi rispetto agli smartphone, quindi sono molto meglio per le attività che usano molto lo schermo, come l’editing di documenti e la gestione delle mail. Inoltre sono più portatili dei computer portatili, quindi sono più facili da trasportare in viaggio d’affari, o dovunque andiate. Ma dovrete fare qualche sacrificio per essere produttivi su un tablet, e con l’arrivo di smartphone sempre più grandi e notebook sempre più sottili, possono esserci sempre meno motivi per investire in un tablet. Se state pensando di acquistare un iPad o un tablet Android o Windows, ecco cinque ragioni per cambiare idea.

No tastiera

I tablet sono ottimi per visualizzare contenuti, ma non sono costruiti per la produttività. La più grande debolezza del tablet come dispositivo per il lavoro è la mancanza di una tastiera fisica. Certo, è possibile acquistare una tastiera Bluetooth, ma pochi tablet sono stati progettati con in mente la digitazione. Avrete bisogno di trovare un modo per sostenere il tablet mentre scrivete, il che significa l’acquisto di un cavalletto attrezzato, o sarete goffamente costretti ad appoggiarvi ad una pila di libri.

Infatti, digitare sulla tastiera di un tablet potrebbe anche darvi i crampi alle dita. Per risparmiare spazio, la maggior parte delle tastiere progettate per i tablet sono più piccole rispetto alle loro controparti desktop, quindi i tasti sono più piccoli e relativamente poco profondi. Anche la Touch Cover per il tablet di Microsoft Surface Pro 3 non riesce a compiere fino in fondo la sua missione. In definitiva, le tastiere dei tablet semplicemente non sono confortevoli per sessioni di battitura estese.

Processori lenti

I tablet sono sempre più veloci ed efficienti, ma pochi tablet possono eguagliare la potenza di elaborazione anche di un computer portatile di fascia media. Gli utenti che devono eseguire operazioni intensive per il processore, come pesanti fogli di calcolo, potrebbero sentirsi ostacolati da un tablet sottodimensionato. Solo pochi di tablet, come il Surface Pro 3 ad esempio, possono fornire prestazioni paragonabili a quelle dei PC veloci, ma dovrete pagare molto di più per quel dispositivo rispetto ad un computer portatile o desktop comparabile.

Schermi piccoli

A cosa serve un dispositivo portatile se è troppo piccolo per farci qualsiasi lavoro reale su di esso? La maggior parte dei tablet hanno schermi che vanno da 7 a 10 pollici, ciò non lascia molto spazio per il multitasking o per l’esecuzione di software complesso. Tablet più grossi come il Samsung Galaxy Note Pro offrono grandi schermi da 12 pollici, ma anche così potreste sentirvi stretti se siete abituati a lavorare su un PC desktop.

Un computer portatile da 13 pollici ha un migliore equilibrio tra portabilità e produttività rispetto alla maggior parte dei tablet. Questo li rende una scelta migliore per chiunque cerchi sul mercato un compagno di lavoro portatile.

Software limitato

Sia Android che iOS hanno enormi app store. Non importa che cosa avete bisogno, siete sicuri di trovare decine di applicazioni per soddisfare le vostre esigenze. Ma rispetto al software desktop, le applicazioni per cellulari offrono funzionalità limitate: esse sono state create per i piccoli dispositivi touch-screen, che non offrono lo stesso livello di controllo o di potenza di elaborazione dei computer portatili o desktop.

Inoltre, la maggior parte delle applicazioni mobili sono state progettate per schermi di smartphone compatti. Le applicazioni del telefono possono essere utilizzate su un tablet, ma non approfittano dello spazio dello schermo extra offerto su un tablet. Questo significa che avrete a che fare con interfacce allungate e opzioni nascoste in diversi strati di menù.

La maggior parte degli utenti business lavorano meglio con un computer portatile che esegue lo stesso software che usano in ufficio. Armati di un portatile leggero Windows o Mac invece di un tablet, non dovrete cambiare le vostre abitudini di lavoro quando siete in viaggio.

Buone alternative

La ragione principale per evitare l’acquisto di un tablet per lavoro è che non ne avete bisogno: in poche parole, le migliori caratteristiche dei tablet si trovano anche su altri gadget. Considerate l’aumento dei phablet, la classe di smartphone con schermi tra 5,5 e 6,5 pollici. Telefoni come il Samsung Galaxy Note 3 (5.7 pollici) e il Nokia Lumia 1520 (6 pollici) non sono molto più piccoli dei tablet come il Google Nexus 7 (7 pollici). Rispetto ai display dei piccoli smartphone come l’iPhone 5s da 4 pollici, gli schermi dei phablet sono enormi, con spazio più che sufficiente per la produttività. I phablet sono un po’ingombranti, ma è un giusto compromesso per la versatilità.

Per la produttività reale, avrete bisogno comunque di una tastiera fisica. La buona notizia è che i computer portatili sono più sottili e leggeri che mai. Un Ultrabook 13 pollici come l’HP Spectre 13 pesa poco più di 1,36 Kg e non vi appesantisce di certo. E se volete veramente un dispositivo da usare come un tablet, considerate l’acquisto di una macchina ibrida come l’Acer Transformer Book T100, un tablet Windows conveniente che viene fornito con una tastiera staccabile; o il Dell XPS 12, un portatile Windows 8.1 con uno schermo che si piega di 180 gradi in modo da poterlo utilizzare come un tablet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti