Software

Microsoft: Aggiornamenti automatici Windows 10 per Windows 7 e 8

Nel mese di settembre Microsoft ha ammesso che stava scaricando Windows 10 su ogni computer Windows 7 e Windows 8. Poi nel mese di ottobre ha sostenuto che questa installazione senza l’autorizzazione dell’utente era stato un ‘incidente‘. Ma questo incidente sembra essere stato un test segreto, perché Microsoft ha confermato che gli aggiornamenti di massa a Windows 10 su tutti i Windows 7 e Windows 8 computer stanno per iniziare.

In un post sul blog ufficiale di Windows, il vice presidente esecutivo Terry Myerson ha annunciato che questo processo sarà diviso in due fasi:

Primo passo

Da adesso Windows 10 è un aggiornamento “opzionale” in Windows Update per Windows 7 e Windows 8. Questo significa che gli utenti che hanno impostato che la loro versione di Windows accetti tutti gli aggiornamenti troveranno che l’installazione di Windows 10 inizierà automaticamente e dovranno cancellarla attivamente. “Windows Update è il luogo logico per i nostri aggiornamenti più importanti, e l’aggiunta di Windows 10 qui è un altro modo per rendere più facile trovare l’aggiornamento”, dice Myerson.

Secondo passo

Ma dall’inizio del 2016 le cose cambieranno: Microsoft riclassificherà Windows 10 come un aggiornamento “Raccomandato”. Data l’impostazione predefinita di Windows 7 e Windows 8 per tutti gli aggiornamenti consigliati, la stragrande maggioranza degli utenti si troverà partire il processo di installazione di Windows 10 sulle loro macchine. “A seconda delle impostazioni di Windows Update, ciò può causare che il processo di aggiornamento possa avviarsi automaticamente sul vostro dispositivo”, ammette Myerson.

Cosa cambia

Il risultato finale è un cambiamento drastico. Gli utenti saranno ancora in grado di annullare il processo di installazione di Windows 10, ma sarà ecessario uno sforzo attivo per fermare l’aggiornamento, in contrasto con un accordo proattivo per avviarlo. Lo stato attribuito a Windows 10 rimarrà “Consigliato”, ciò significa anche coloro che dovranno fermarlo in modo proattivo potrebbero veder avviare il processo di installazione ogni volta che appaiono i nuovi aggiornamenti consigliati. L’irritazione che questo può comportare rischia di far arrabbiare molti utenti.

Come tale il titolo del post di Myerson ‘rendere più facile l’aggiornamento a Windows 10’ è una sorta di spada a doppio taglio, perché potrebbe ugualmente essere intitolato: ‘rendere più difficile non aggiornare a Windows 10’. Myerson ha un osso da gettare agli utenti però: chi passa a Windows 10 avrà 31 giorni per il downgrade. Egli non ha detto se, una volta effettuato il downgrade, il fastidioso messaggio per l’aggiornamento potrebbe poi essere fermato.

Myerson ha anche detto che Microsoft introdurrà una opportunità per aggiornare le copie pirata di Windows 7 e Windows 8 a Windows 10. I pirati dovranno ancora pagare per utilizzare Windows 10, ma il processo di aggiornamento non sarà bloccato da un copia pirata di Windows 7 o Windows 8. Microsoft proverà questo sistema negli Stati Uniti e “Se questo si trasformasse in un percorso per gli utenti per passare ad una copia genuina, abbiamo deciso di ampliare l’esperimento”. Che cosa significa tutto questo?

Gli utenti esperti troveranno soluzioni alternative, ma evitare il processo di aggiornamento sarà gran lunga troppo noioso per il consumatore medio. Vale la pena passare a Windows 10? Dal punto di vista della maggior parte dei consumatori mainstream, sicuramente sì. E’ più liscio di Windows 7 e più intuitivo di Windows 8. Ma è anche incredibilmente invasivo e mette un pugno di ferro su ciò che si installa sul PC controllando tutto quello che fa un utente; si può ridurre al minimo qualche opzione, ma non evitarlo del tutto.

Per il comportamento di Microsoft non è che Windows 10 non sia un aggiornamento potenzialmente utile, è che l’azienda ha dimenticato il diritto fondamentale dei clienti: la possibilità scegliere. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti