Xiaomi

Alta Corte indiana ordina a Xiaomi di sospendere le vendite

L’Alta Corte di Delhi (India) ha ordinato a Xiaomi di interrompere temporaneamente la vendita dei suoi smartphone in India per un caso relativo alla violazione di brevetti che Ericsson aveva presentato contro la società cinese.

Xiaomi, il cui smartphone dal basso prezzo ma ricchi di funzionalità hanno reso il più grande venditore di smartphone in Cina, vende i suoi telefoni esclusivamente tramite il rivenditore online Flipkart.com in India, il terzo mercato smartphone al mondo.

Sia Xiaomi che Flipkart.com sono stati obbligati dalla Alta Corte di Delhi a smettere di vendere i dispositivi fino 5 febbraio, quando sarà trattato il caso, secondo i documenti del tribunale visti da Reuters.

Xiaomi è entrata India nel luglio di quest’anno ed è stato un enorme successo tra i clienti in un mercato che ha almeno 80 diversi produttori di telefoni: l’India è un mercato interessante per gli smartphone a basso costo, dato che sempre più persone sono in grado di permettersi uno smartphone, spesso per la prima volta. Solo il 10% della popolazione indiana attualmente possiede uno smartphone, e la cifra potrebbe raddoppiare nei prossimi quattro anni.

Xiaomi nel mese di ottobre è diventato il terzo più grande produttore al mondo di smartphone, appena tre anni dopo essere entrato sul mercato, dietro solo Samsung e Apple. L’Alta Corte di Delhi ha inoltre chiesto a Xiaomi e a Flipkart.com di fornire dettagli dei dispositivi venduti finora in India che sono compatibili con il 3G, EDGE e le tecnologie AMR, e il gettito ottenuto dalla vendita di tali dispositivi.

Ericsson, in una dichiarazione, ha detto giovedi che ha dovuto intraprendere azioni legali contro Xiaomi in India perchè usa la sua tecnologia nei suoi smartphone senza pagare una tassa di licenza. “Per continuare ad investire nella ricerca e consentire lo sviluppo di nuove idee, nuovi standard e nuove piattaforme per l’industria, dobbiamo ottenere un giusto ritorno sul nostro investimento in ricerca e sviluppo” ha affermato la società svedese in un comunicato.

Il capo delle operazioni di Xiaomi in India ha detto a Reuters che la società deve ancora ricevere una comunicazione ufficiale della Alta Corte di Delhi e che è disposta a lavorare a fianco di Ericsson per risolvere il problema “amichevolmente”.

“Il nostro team legale sta valutando la situazione sulla base delle informazioni che abbiamo”, ha detto Manu Jain di Xiaomi. Egli non ha fornito dettagli sul caso. Flipkart ha anche detto deve ancora ricevere un avviso ufficiale e lavorerà con Xiaomi e con le autorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti