Mercati emergentiSmartphone

Le alternative ad Android One in Asia

Google ha presentato i primi telefoni Android One questa settimana, ma potrebbero non essere i migliori telefoni economici in giro – soprattutto in Asia. I telefoni Android One sono progettati per essere opzioni a basso costo per il mercato degli smartphone in rapida crescita delle nazioni in via di sviluppo. Inoltre, Google aggiornerà questi telefoni al sistema operativo più recente. Per raggiungere questo obiettivo, i telefoni condividono gli stessi componenti per le economie di scala.

La prima mandata di telefoni Android One prevede schermi da 4,5 pollici, 1GB di RAM, fotocamera posteriore da 5 megapixel e anteriore da 2 megapixel, processori quad-core 1.3GHz MediaTek, slot dual-SIM, microSD, e saranno in vendita per circa 80 euro. Purtroppo i primi produttori sono praticamente sconosciuti in Europa, anche se alcuni grandi nomi come HTC e Lenovo offriranno i loro telefoni Android One a breve.

coolpad-alternative-android-one-informatblog

Mentre il cartellino del prezzo di 80 euro sembra incredibilmente a buon mercato rispetto ad un iPhone 6 Plus, gli utenti di telefonia mobile nei paesi in via di sviluppo hanno acquistato telefoni decisamente validi a prezzi ancora più bassi. In Myanmar, uno dei mercati di telefonia mobile in più rapida espansione, Samsung ha stretto un accordo con la rete mobile locale Ooredoo per offrire il suo Galaxy V, che sfoggia uno schermo da 4 pollici, un processore 1.2 GHz, 4GB di storage, 512 MB di RAM e slot dual-SIM per schede microSD. Il telefono viene fornito con minuti e dati per soli 98 dollari. Anche se le specifiche sono inferiori ai telefoni Android One, il marchio Samsung ha aiutato a vendere il telefono. Per confronto, l’HTC Desire 210 ha caratteristiche e prezzo simili.

Mentre HTC e Samsung possono dipendere dai loro grandi nomi, le aziende meno famose devono offrire prezzi più bassi o migliore valore. Lenovo, il produttore di PC più grande del mondo e che si sta affermando come uno dei più grandi produttori di telefoni al mondo, ha l‘A536, un telefono quad-core da 5 pollici con clock a 1.3GHz e 8GB di memoria integrata con 1GB di RAM per 125 dollari, e copre anche la fascia più bassa del mercato con l’A316, un telefono 1.2GHz DualCore da 4 pollici con 512 MB di memoria integrata e 256 MB di RAM in vendita a soli 55 dollari.

Mentre l’A536 può eseguire praticamente qualsiasi applicazione su Google Play senza problemi, l’A316 può gestire Google Maps, Viber e videochiamate per la metà del prezzo di un telefono Android. Anche se un po’più lento, una differenza di prezzo di 55 dollari sarebbe ben apprezzata in un paese come il Myanmar, dove il reddito nazionale medio mensile è di circa 95 dollari.

Coolpad è uno dei più grandi produttori di telefoni cellulari in Cina, e attualmente offre un prezzo molto aggressivo, ma specifiche alte, nei paesi in via di sviluppo come il Myanmar. L’offerta al prezzo più basso è il Coolpad 7060, in vendita a 36 dollari, un telefono a 1GHz, schermo a 4 pollici con 512 MB di memoria flash e 256MB di RAM, supporto dual-SIM e microSD. L’offerta più costosa in Myanmar sarebbe invece il Coolpad 7295, un telefono quad-core con clock a 1.2GHz e schermo a 5 pollici con 4GB di storage a bordo e 1GB di RAM, venduto a 85 dollari. Si tratta di specifiche simili a Android One, ma con un costo del 15% in meno, una somma principesca in questi mercati molto sensibili al prezzo.

Una miriade di altre marche, tra cui Oppo, LG, Sony e Huawei stanno preparando il loro arsenale di offerte nel segmento ultra-basso, mentre le specifiche rapidamente migliorano anche senza l’iniziativa di Google Android One.

Il sistema operativo Android, tramite le estensioni del sistema operativo come Google Play Services, consente anche ai vecchi dispositivi con sistema operativo Android 2.3 di eseguire le applicazioni più diffuse, evitando l’obsolescenza del sistema operativo, anche se si potrebbero riscontrare dei rallentamenti. Gli aggiornamenti da Google possono sembrare molto interessanti sulla carta, ma poco importano semplicemente a causa della flessibilità intrinseca di Android. Gli appassionati di tecnologia che usano telefoni di fascia alta possono aspettare ogni singolo più piccolo aggiornamento incrementale, ma per un contadino povero del Myanmar che usa il telefono per parlare con i suoi figli che lavorano a Singapore o Dubai, ogni dollaro risparmiato significano 400 minuti parlando su Viber.

L’iniziativa Android One può dare ai produttori di telefoni più piccoli e meno capaci una spinta, dando un progetto di riferimento facile da seguire per aiutarli a competere contro i giganti della telefonia, come Huawei, Samsung, Lenovo, e Coolpad. Tuttavia, dagli indicatori di prezzo iniziali, Android One ha fatto poco per ridurre i prezzi del telefono nel segmento ultra-basso del mercato. Non è ancora chiaro quanto spesso Google aggiornerà i suoi progetti hardware Android One, in quanto ogni aggiornamento hardware richiederebbe un insieme separato di aggiornamenti del sistema operativo.

Un possibile ma indesiderabile effetto di ricaduta di Android One sarebbe che i fornitori di componenti selezionati potrebbero dominare il mercato così fortemente che in realtà diminuirebbe la concorrenza. Resta da vedere se i prodotti a basso prezzo, come quelli di Lenovo e Coolpad possono raggiungere costi ancora più bassi di Google con i propri progetti non-Android One, ma anche essi potrebbero trarre vantaggio dalle economie di scala a breve termine dei componenti Android One.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti