Altri produttoriAmazon

Amazon Fire Phone: 83 milioni di dollari di invenduto

L’Amazon Fire Phone, il primo smartphone prodotto dalla società, non ha avuto un gran successo di critica, e sembra che i clienti abbiano preso alla lettera i consigli dei recensori. Pubblicando i guadagni trimestrali questa settimana, la società ha annunciato che ha avuto una perdita di 83 milioni dollari a causa degli inventari del Fire Phone (su una svalutazione di 170 milioni legata principalmente all’aver sopravvalutato la popolarità dei dispositivi).

Non è chiaro esattamente che cosa significa questa cifra in termini di numero di unità, ma – come suggerisce Charles Arthur del Guardian – si può stimare che Amazon si aspettava 400 dollari di guadagni a partire dal prezzo di vendita di 600 dollari (questo eguaglia i costi e il prezzo del lavoro del Fire Phone con quelli di iPhone6: 200 dollari) il che significa che probabilmente hanno in eccesso 200.000 dispositivi invenduti.

Ma che cosa è andato storto per l’Amazon Fire Phone? Beh, mentre le recensioni hanno concordato sul fatto che si trattasse di un dispositivo solido, anche costruito in modo accattivante, sembra che il prezzo sia stato semplicemente troppo alto per uno smartphone con caratteristiche di fascia media e nessun appeal dei suoi concorrenti, siano iPhone, Galaxy o Xperia.

Inoltre, Amazon ha cercato di gonfiare la sua interfaccia 3D (in realtà solo il tracking della testa che muoveva lo sfondo dello schermo quando l’utente spostava la testa), quando in realtà l’unica caratteristica esclusiva del telefono era con Amazon Prime, il servizio premium dell’azienda.

Gli analisti si aspettavano che sarebbero stati imposti prezzi bassi per l’Amazon Fire Phone, per trascinare i clienti ulteriormente nel groviglio dell’ecosistema Amazon (questa strategia ha funzionato a meraviglia per la sua gamma di tablet Fire), ma invece sembra che Jeff Bezos e la sua squadra abbiano creduto un po’troppo con fervore nella forza della società come produttore di hardware standalone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti