Android

Android Lollipop uscirà a luglio, aspettatevi grandi cambiamenti

Google è occupato a giocherellare con il sistema operativo Android per un altro aggiornamento importante. E’ passato solo un po’di tempo dal il rilascio di Android 4.4.3 KitKat ma sappiamo che Google guarda sempre avanti.

Alcune voci avevano suggerito che avremmo visto Android 4.4.4 KitKat nei prossimi due mesi, ma sembra che Google stia pensando in grande, e Android 5.0 Lollipop sembra essere il prossimo passo logico. Il nome non è ancora confermato, ma una serie di fonti hanno suggerito che sarà chiamato così, questo segnerebbe anche la fine della sponsorizzazione di Nestlé per il marchio KitKat. Quindi, come facciamo a sapere che Android 5.0 è in arrivo? E’ stato accennato a in un tweet! L’account Google ufficiale @Google su Twitter, che ha oltre 8,5 milioni di follower, ha condiviso un tweet sulla Coppa del Mondo:

android-lollipop-informatblog

Anche se la febbre mondiale è alle stelle non è questo l’argomento di nostro interesse. Ma controlliamo l’ora degli orologi in alto a destra. Riuscite a vederla? Diamo uno sguardo più da vicino.

android-lollipop-informatblog-2

Sono le 05:00. Non è una coincidenza. Fin dal lontano Android 2.3 nei comunicati stampa la società ha utilizzato l’ora mostrata sui display dei suoi telefoni per accennare alla prossima versione di Android. Per verificarlo andate sul Google Play Store e vedrete che tutti i dispositivi presentano le ore 4:40, per suggerire Android 4.4.4.

android-lollipop-informatblog-feat

I dettagli di ciò che arriverà con Android Lollipop sono attualmente un po’scarsi. Sappiamo che Google sta progettando di portare Android, Chrome e la ricerca un po’più vicini attraverso l’implementazione di Quantum Paper.

Android Lollipop sarà anche per i dispositivi a 64 bit

Prima o poi doveva succedere, ma il salto a sorpresa di Apple verso i sistemi a 64-bit ha colto tutti di sorpresa, anche Qualcomm, costringendo l’industria a pensare a passare il più velocemente possibile da 32 bit a 64 bit. E i rapporti suggeriscono che Android Lollipop sarà la piattaforma che implementerà questo cambiamento.

I processori a 32 bit possono gestire stringhe di dati di 32 caratteri, mentre il chip a 64 bit, come suggerisce il nome, ne gestisce 64. Il risultato è un grande miglioramento nella quantità di memoria della CPU a cui si può accedere: con 32-bit si accede a 4 gigabyte, mentre con 64-bit – in teoria – si potrebbe accedere a 16 exabyte (16 miliardi di gigabyte), che è un bel salto! Al fine di sfruttare davvero i benefici, tuttavia, è fondamentale per i dispositivi avere un sacco di RAM – da 4 GB in su per essere precisi. Questo è il motivo per cui il passaggio di Apple a 64-bit con il suo 1 GB di RAM dell’iPhone 5s ha causato tanto clamore. Nessuno lì per lì ne ha davvero capito il motivo, la risposta è semplice: è stata una mossa astuta da parte di Apple in quanto ha costretto tutti gli altri – in particolare Google – a fare il suo gioco.

Anche Qualcomm è stato colto alla sprovvista, e ciò è risultato nella produzione dei primi chipset a 64 bit (Snapdragon 808 e Snapdragon 810), che saranno sviluppati senza le CPU personalizzate Krait in favore della tecnologia big.LITTLE di ARM, in modo da garantire di soddisfare le richieste di approvvigionamento dei suoi partner hardware nel terzo trimestre di quest’anno. Qualcomm ha confermato che la sua prima linea di chipset a 64 bit sarà disponibile in commercio all’interno di nuovi telefoni di punta durante la prima metà del 2015.

Android Wear, Android Silver e Android 5

Siamo tutti in attesa di osservare da vicino la prossima versione del sistema operativo Android Lollipop, che sarà presentato all’evento Google I/O verso la fine di giugno. In quell’occasione l’azienda presenterà altri prodotti: Google ha già svelato i primi dettagli su Android Wear, ma stiamo ancora cercando di capire come il sistema operativo potrà mai funzionare, anche se è probabile che sia altamente integrato con la prossima versione di Android. Ci sarà anche l’annuncio di Android Silver che andrà a sostituire la popolare gamma Nexus. Questo è un po’meno probabile dell’annuncio di Android Wear ma tutto è possibile. Il Google I/O 2014 si svolgerà dal 25 al 26 giugno a San Francisco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti