Gossip e frivolezzeNews

Anonymous: nuovo attacco al ministero degli interni

anonymouse_s640x427Dopo i moltissimi arresti delle scorse settimane fatti all’organizzazione di Anonymous , la nota banda di hacker fa ancora molto parlare di se , combattendo le ingiustizie subite . Dopo aver attaccato i vari sindacati di polizia sparsi per il mondo , ma sopratutto in USA , stavolta l’attacco è stato subito dal Ministero degli Interni .

Secondo le ultime stime sarebbero stati rubati circa 600 MB di dati dai server del Ministero degli Interni . Nei file rubati al Ministero , pubblicati sul sito web Anonfiles.com , ci sarebbero anche informazioni confidenziali , materiale riservato e dati altamente sensibili . 

Al momento non si sa quale vulnerabilità sia stata utilizzata dal noto gruppo di Hacker , ma a quanto pare la penetrazione nei computer del ministero è molto recente dato che alcuni dei dati e dei file pubblicati risalgono a pochissimi giorni fa .  Il gruppo ha commentato questa azione in questa maniera :

“Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria: siamo ancora qui, più infuriati che mai.
Per dimostrarvi che non siete inviolabili.
Per vendicare i fratelli caduti nelle mani del vostro deplorevole apparato repressivo.
Per smascherare ciò che nascondono i tentacoli del potere.
Per commemorare le vittime di Stato: quelle di ieri, di oggi”

I file postati sul sito web in totale sono 9 , 6 dei quali più pesanti con una grandezza di circa 100 MB e 3 di dimensioni molto più ridotte . Dopo una rapida analisi i file contenuti sul sito sembrerebbero davvero essere file riservati e documentazione interna e privata , appartenente al Ministero degli Interni .

Ancora non ci sono state dichiarazione da parte del Ministero sulla smentita o sulla conferma dell’attacco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti