,

Apple acquisisce una startup per il riconoscimento facciale. Cosa bolle in pentola?

Tutte queste voci che circolano ormai da tempo, secondo cui Apple sta puntando sul riconoscimento facciale per l’accesso ai suoi dispositivi, potrebbero anche avere qualche riscontro: il sito web israeliano Calcalist riporta infatti che Apple ha acquisito RealFace, una startup israeliana che ha sviluppato una tecnologia di autenticazione fondata sull’apprendimento automatico profondo e sul riconoscimento facciale.

I termini della transazione non sono stati divulgati, ma Calcalist stima che Apple abbia pagato “diversi milioni di dollari“. Apple sarebbe principalmente interessata più alla promessa della tecnologia che alle risorse pure, in altre parole.

Nel frattempo, RealFace ha messo offline il suo sito, eliminando tutte le informazioni e i contenuti precedentemente caricati.

L’azienda di Cupertino non è certo estranea a comprare aziende con una qualche forma di tecnologia di riconoscimento facciale. Tuttavia, una particolare attenzione verso l’autenticazione sarebbe sia una cosa nuova, seppur logica: se Apple vuole ridurre la sua dipendenza dai lettori di impronte digitali per gli accessi agli iPhone senza la password, ha bisogno di un sistema di riconoscimento dei volti che rapidamente e costantemente permette agli utenti di accedere nella maggior parte delle situazioni, e non solo in condizioni ideali.

La tecnologia di intelligenza artificiale di RealFace si suppone che sia estremamente precisa, per questo motivo potrebbe non essere essere facilmente ingannata da alcune implementazioni. (Fonte)

Prodotti: apple

Pubblicato da Giuseppe Campana

Giuseppe Campana

Sono un appassionato di tecnologia e mi piace condividere con gli altri le notizie più interessanti del mondo Tech; collaboro con innumerevoli blog scrivendo articoli ed approfondimenti sulle nuove tecnologie, domotica, gaming e tutto ciò che riguarda il web.