Apple

Apple sta valutando di chiudere i download di musica da iTunes

Apple sta valutando di terminare la possibilità di effettuare i download di musica da iTunes, in due diversi tempi possibili: uno per terminare le vendite di canzoni nel giro di due anni, e un’altra strategia meno aggressiva che vedrebbe Apple cavalcare le vendite di iTunes ancora per i prossimi tre o quattro anni.

Non è una questione di se, ma di quando Apple gradualmente abbandonerà il suo store di musica online a favore di Apple Music, il nuovo servizio di streaming musicale della società. La soffiata arriva da Paul Resnikoff di Digital Music News, che citando fonti con relazioni commerciali attive con Apple.

Apple ha successivamente detto a Recode che il rapporto di Digital Music News “non era veritiero“, ma non avrebbe motivato tale affermazione. Inoltre, con il business del download della musica in declino, molti esperti del settore si chiedono come Apple possa affrontare il cambiamento.

apple-itunes-2018-informatblog

Una possibilità è che Apple terminerebbe gradualmente le vendite in iTunes nei paesi in cui il suo nuovo servizio di streaming va alla grande, come gli Stati Uniti e il Regno Unito, prima di eliminare gradualmente lo store on-line negli paesi in seguito.

Ma alcuni all’interno di Apple sono determinati a non lasciare che Apple Music possa minare l’attività del redditizio iTunes, ha riferito Bloomberg all’inizio di questo mese. Il negozio iTunes genera allo stato attuale quasi tre volte il fatturato di Apple Music.

Sembra come se ci sia un conflitto interno nella divisione musicale di Apple, e tutti i segnali indicano il dirigente veterano e cofondatore di Beats Jimmy Iovine, una potenza in ascesa all’interno di Apple, il cui titolo è semplicemente “Jimmy”. iTunes e altri servizi online sono invece sorvegliati da Eddy Cue, vice presidente senior.

Secondo Bloomberg, Iovine e altri dirigenti di Beats hanno spinto affinchè Apple “tolga l’enfasi da iTunes, investendo invece nel servizio di streaming on-demand che Beats ha aiutato a costruire”.

E quando Apple si muove verso le etichette musicali che chiedono di rinegoziare le offerte, sembra probabile che Iovine guiderà questo sforzo. Resnikoff scrive: “Su questo fronte, l’alto dirigente di Apple Music Jimmy Iovine, lavoratore di lunga data alla Universal Music Group prima di migrare ad Apple Music, potrebbe svolgere un ruolo diplomatico chiave nella terminazione e nella transizione dell’affare.

Apple dovrebbe rivelare un grande aggiornamento di Apple Music in occasione della conferenza annuale sviluppatori che si terrà nel mese di giugno. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti