AppleDati finanziari

Apple compra meno processori Samsung

I nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus di Apple avranno un grande impatto su Samsung, ma non nel modo in cui si potrebbe pensare. Questo perché Samsung non solo compete contro Apple con i suoi Galaxy S5 e Note 3, ma produce anche i chip A-series che danno vita agli smartphone di Apple.

Ma alcune analisi eseguite sugli iPhone 6 e 6 Plus hanno rivelato che Apple sta collaborando con un numero molto più ampio di produttori di processori per i suoi smartphone, e ciò è una cattiva notizia per Samsung. “Farà male a Samsung? Non c’è dubbio”, ha detto Roger Entner, analista smartphone di Recon Analytics.

A Ottawa, l’analisi di Chipworks ha rilevato che ci sono stati meno componenti Samsung presenti all’interno degli iPhone 6 e 6 Plus. “L’unico dispositivo Samsung finora è stato il modulo DRAM su uno dei tanti iPhone 6 e 6 Plus acquistati”. ha detto Jim Morrison, dirigente di Chipworks. “Tutti gli altri telefoni avevano DRAM di Micron e Hynix.” Questo non è del tutto sorprendente, dal momento che Apple tende a far realizzare a più produttori le sue parti, ove possibile.

Ma a differenza dei modelli di iPhone precedenti in cui Samsung è stata incaricata della produzione di processori della serie A, Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. ha riferito di aver realizzato moltissimi processori A8. La società di analisi di mercato IHS crede che Apple ora stia dividendo i suoi ordini per il processore A8 tra Taiwan Semiconductor Manufacturing e Samsung.

Il cambio decisionale di Apple aiuta a spiegare una serie di trimestri poco brillanti in parte a causa del calo della domanda per i processori prodotti da Samsung. Negli anni passati, un ordine di 10 milioni di iPhone avrebbe significato 10 milioni di chip di Samsung, ma stavolta non sarà vero. Samsung ha riconosciuto la debolezza nel suo business dei processori nel mese di luglio, quando il responsabile di Samsung Robert Yi ha ammesso una scarsa domanda da parte dei clienti.

Gli analisti prevedono un altro trimestre difficile per Samsung, lasciando cadere le loro stime di profitto a una media di 3,85 miliardi dollari, in calo rispetto ai 7,5 miliardi dollari del mese di agosto. Il business dei semiconduttori di Samsung consisteva del 18,6 per cento del fatturato dell’ultimo trimestre, in crescita del 5% rispetto all’anno precedente. La divisione ha rappresentato il 25,8% del risultato operativo di Samsung.

Mentre Apple è improbabile che abbandoni completamente Samsung come fornitore, almeno per i suoi moduli RAM, i profitti della società potrebbero continuare a soffrire se Apple continuasse a diversificare la sua catena di fornitura. “Credo che Apple si copra come può”, ha detto Morrison. “Apple vuole sempre avere molti produttori, ciò aiuta a abbassare i prezzi”.

Fortunatamente per Samsung, ci è voluto molto tempo per Apple a diversificare i propri fornitori di processori perché i componenti stessi sono altamente specializzati. La diversificazione richiede diverso tempo, ed è quello che stiamo vedendo. “E un bene per Samsung che la diversificazione non è avvenuta più rapidamente”, ha detto Roger Entner, di Recon Analytics. Ma Samsung ha il potenziale per recuperare un po’di terreno perso, mentre Apple continua ad aspettare l’approvazione del governo cinese per le vendite di iPhone 6 in Cina. Spinta dai 10 milioni di iPhone 6 e iPhone 6 Plus nella prima settimana dopo il lancio, Samsung ha accelerato i suoi piani di lancio per il phablet Galaxy Note 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti