Occhiali

Apple competerà contro Google Glass e Microsoft HoloLens

Apple potrebbe sfidare Google, Microsoft e Sony nel mercato della realtà aumentata, (acronimo AR), secondo l’analista di Piper Jaffray Gene Munster. Munster ritiene che Apple abbia messo su una piccola squadra per esplorare l’argomento, che sostiene potrebbe diventare “una tecnologia profonda come sono oggli gli smartphone”

Purtroppo, i dispositivi AR che “migliorano” la realtà con sovrapposizioni digitali, non hanno ancora guadagnato l’accettazione delle masse. I Google Glass, l’esempio più noto, sono stati rimandati sul tavolo da disegno per una nuova progettazione a gennaio. Sony SmartEyeglass, che sono più ingombranti dei Google Glsass e hanno un controller via cavo, sono progettati per gli utenti aziendali di nicchia. Microsoft HoloLens, che combina aspetti della realtà virtuale con la realtà aumentata, sembra più promettente, ma non è chiaro quando arriverà sul mercato.

apple-contro-google-microsoft-hololens-informatblog

Apple dovrebbe sviluppare un dispositivo AR?

Questa non è la prima voce su Apple pronta a sviluppare un dispositivo di AR. Nel 2011 Apple stava esplorando l’aggiunta di AR alle sue Mappe. Nel 2013 brevettò un sistema di AR per i dispositivi mobili che sovrappone informazioni agli oggetti del mondo reale, simile ai Google Glass o all’app City Lens di Nokia. Nel 2014, Apple ha infine brevettato un display trasparente per quel sistema, suggerendo che stava preparando un auricolare per l’AR.

Munster crede che “Apple ha la capacità unica di coniugare la tecnologia di realtà aumentata con la moda e design accattivante”. Apple ha sicuramente un sacco di talenti di alta moda nelle sue fila, tra cui l’ex CEO di Burberry Angela Ahrendts, ex l’CEO di Yves Saint Laurent Paul Deneve, e l’ex direttore delle vendite di TAG Heuer Patrick Pruniaux. Ma questo non significa necessariamente che gli “Apple Glass” se la passeranno meglio dei Google Glass.

Lo scorso anno, Google ha collaborato con l’icona della moda Diane von Furstenberg per lanciare montature di design per i suoi Glass. Esse hanno reso i Google Glass più belli e più costosi, ma non hanno affrontato il loro problema principale – la telecamera sporgente che ha causato problemi di privacy e ha portato a divieti pubblici relativi al dispositivo. Lo scorso aprile, un sondaggio di Adweek ha rilevato che il 72% degli americani non avrebbe indossato i Google Glass a causa di problemi di privacy.

Pertanto, Apple potrebbe creare degli occhiali ancora più belli, ma la preoccupazione principale sull’aver a che fare con telecamere spia indossabili non svaniscono.

Imparare dagli errori dei Google Glass

Microsoft ha presentato un prototipo di HoloLens, un dispositivo AR molto più grande, nel mese di gennaio. A differenza dei Google Glass, HoloLens sovrappone ambienti 3D sopra a quelli veri. Ad esempio, un utente può giocare ad un gioco olografico di Minecraft su un tavolino, o rispondere a chiamate Skype su un display AR. Un meccanico di auto è in grado di fornire assistenza remota per riparare una macchina attraverso la telecamera, semplicemente disegnando indicazioni sul display dell’utente.

In breve, Microsoft ha dimostrato come gli HoloLens potrebbero essere utili in situazioni quotidiane. In confronto, Google inizialmente ha promosso a mani libere la capacità di registrazione video dei Google Glass, che può essere facilmente ottenuta con una telecamera GoPro. Google infine ha promosso i Glass per le imprese attraverso il suo programma “Glass at Work“, ma l’iniziativa ha attirato solo una manciata di piccoli partner.

Google da quel punto ha investito molto in Magic Leap, una start-up per la realtà aumentata che sovrappone oggetti virtuali sugli ambienti reali. Non è chiaro se le sue caratteristiche saranno integrate nella prossima versione dei Google Glass, ma se lo saranno, il dispositivo potrebbe essere paragonabile a HoloLens.

Se Apple lanciasse una cuffia AR, avrà bisogno di fare scelte difficili. Sarà un dispositivo di alta moda, un sistema di assistenza aziendale remota, o un auricolare per gioco e media?

Un passo alla volta

Apple potrebbe dover rispondere a queste domande un giorno, ma il mercato della realtà aumentata è ancora molto piccolo. La società di ricerche MarketsandMarkets stima che l’intero mercato, che oggi non vale quasi nulla, potrebbe valere 660 milioni di dollari entro il 2018. Ma questa cifra è solo una piccola goccia nel mare di Apple, che dovrebbe generare 226 miliardi di dollari di fatturato di quest’anno.

Inoltre, Apple non ha bisogno di lanciare un auricolare AR a prendere piede nel mercato AR. Può usare i suoi brevetti AR per migliorare mappe di Apple e eliminare la necessità di applicazioni AR telecamera di terze parti. In questo modo sarebbe formare una solida base per tutti i dispositivi AR indossabili che Apple potrebbe rilasciare in futuro. (Fonte).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti