iOS

Apple conferma: iOS è al sicuro dalle vulnerabilità scoperte da Wikileaks

Dopo che Wikileaks ha rivelato un tesoro nascosto di documenti e applicazioni software utilizzate dalla CIA per la sorveglianza delle persone, Apple si è affrettata a rispondere che tutti i suoi dispositivi iOS sono al sicuro da molte delle vulnerabilità identificate e menzionate nella relazione.

Apple, in una risposta ad una e-mail, ha comunicato che, fintanto che i suoi utenti hanno installato l’ultima versione del sistema operativo, saranno al sicuro. La risposta di Apple è stata segnalata da Buzzfeed.

L’ultimo aggiornamento di iOS che è stato rilasciato non molto tempo fa, a gennaio, sembra aver già patchato molte delle vulnerabilità critiche, tra cui quelle menzionate da Wikileaks nei documenti della CIA.

apple ios sicuro

Stranamente, ci sono ancora un paio di altre vulnerabilità che sono state scoperte ieri, su cui gli ingegneri di Apple sono già al lavoro, subito dopo che è stato scoperto esser note solo alla CIA.

Martedì scorso, l’organizzazione anti-segretezza WikiLeaks ha pubblicato migliaia di documenti che descrivevano sofisticati strumenti software utilizzati dalla Central Intelligence Agency (CIA) per entrare all’interno di smartphone, computer e televisori, se connessi a Internet.

La scoperta si è rivelata essere illuminante per gli utenti e per le aziende di software e hardware, in quanto sono state messe allo scoperto tantissime vulnerabilità negli 8761 documenti e file, contenute in app e dispositivi che fino ad ora si pensava fossero a prova di qualunque violazione.

Oltre a Apple, smartphone e televisori intelligenti, la CIA era riuscita a scoprire come bypassare la tecnologia di crittografia su servizi di messaggistica per smartphone come Signal, WhatsApp e Telegram. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti