iPad

Apple presenta il nuovo iPad Pro da 12.9 pollici

Apple ha annunciato un nuovo iPad Pro con uno schermo da 12.9 pollici per una maggiore produttività. Tim Cook è salito ieri sul palco del grande Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco per annunciare il nuovo iPad, insieme a una serie di nuovi prodotti della società tra cui gli iPhone 6s e 6s plus.

Cook ha detto: “Ci siamo chiesti, come potremmo portare ancora più avanti l’iPad? Ecco la più grande novità di iPad fin dal lancio dell’iPad: l’iPad Pro, il più potente e capace iPad che abbiamo mai creato”. Questo è il primo tablet Apple ad avere uno schermo maggiore di 9.7 pollici: ha la stessa larghezza dello schermo dell’altezza dell’iPad Air 2.

L’iPad Pro, similmente alle linee MacBook Pro e Mac Pro, viene commercializzato come un tablet business o professionale, in grado di eseguire due applicazioni a piena dimensione fianco a fianco sullo schermo. Misura 12.9 pollici in diagonale, e offre il 76% di superficie schermo in più rispetto al modello corrente da 9.7 pollici, con lo stesso formato 4:3 in larghezza e lunghezza.

apple-ipad-pro-informatblog

Il nuovo tablet utilizzerà il nuovo processore A9X di Apple, 1,8 volte più veloce rispetto alla precedente generazione A8X utilizzata nell’iPad Air 2 del 2014. Le sue performance grafiche sono il doppio di quelle dell’A8X, aiutando il tablet a gestire il grande schermo ad alta densità con 5.9 milioni di pixel. “E’ più veloce dell’80% dei processori dei PC portatili venduti negli ultimi 12 mesi, ed e più veloce del 90% delle schede grafiche dei PC portatili”, ha detto Phil Schiller di Apple sul palco.

L’iPad Pro ha una durata della batteria di 10 ore tanto quanto l’iPad Air 2, è spesso 6,9 millimetri (0,8 millimetri in più dell’Air 2) e dispone di quattro altoparlanti che creano un suono stereo. L’iPad Pro sarà disponibile a novembre nei colori argento, oro e grigio ad un prezzo di 799 dollari con 32 GB di spazio di archiviazione. La versione con 128GB di spazio e la connettività 4G costerà 1079 dollari.

Tastiera come i Microsoft Surface

Apple ha anche presentato la sua versione della Microsoft Touch Cover, rilasciata con il Tablet Surface originale. L’Apple Smart Keyboard costa 169 dollari e si attacca magneticamente a una nuova porta sul fondo dell’iPad formando una copertura dello schermo quando è chiuso.

Apple ha anche rilasciato uno stilo sensibile alla pressione per l’iPad Pro chiamato Apple Pencil, ancora una volta simile allo stilo Surface di Microsoft. Il Pencil si ricarica tramite connettore Lightning direttamente dall’iPad Pro e costa 99 dollari. Microsoft ha mostrato la sua suite Office su iPad Pro sul palco, utilizzando anche l’Apple Pencil. Adobe ha mostrato nuove aggiunte alle sue applicazioni creative per iPad, che ora supportano il Pencil.

Carica aziendale

Il grande iPad Pro corre il rischio di cannibalizzare le vendite dei laptop di Apple raggiungendo costi simili, più alte specifiche e connettività 4G della linea MacBook Air. Potrebbe essere più attraente per gli utenti business, che hanno già iniziato ad utilizzare gli iPad da 9.7 pollici come un’alternativa portatile più economica, più sicura e più duratura.

Diverse aziende hanno adottato l’iPad per lavoro, ma un tablet più grande combinato con un accordo firmato nel luglio tra Apple e IBM potrebbe essere cruciale per rilanciare le vendite. IBM ha infatti rilasciato una suite di applicazioni business per iPad a dicembre per i settori bancari, retail, governativi e delle telecomunicazioni.

Apple ha visto cinque trimestri consecutivi di calo delle vendite di iPad, nonostante il lancio del più sottile iPad Air 2 e iPad Mini 3, entrambi con sensore di impronte digitali Apple ID. I consumatori si sono stancati dei tablet, con le vendite globali in calo fin dal quarto trimestre del 2014. Un tasso più lento di sostituzione rispetto agli smartphone e la cannibalizzazione da parte di smartphone dagli schermi più grandi (tra cui proprio l’iPhone 6 Plus da 5.5 pollici) sono stati ritenuti i colpevoli.

La quota del mercato dei tablet globale di Apple è calata del 5% rispetto all’anno precedente nel quarto trimestre del 2014 al 28,1%, secondo i dati della società di ricerca IDC. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti