iPhone

Ecco altre prove che Apple sta lavorando su un iPhone 7 senza pulsanti

Abbiamo spesso discusso l’intenzione di Apple di rimuovere il pulsante home dall’iPhone in quanto ci sono molti indizi che suggeriscono questo radicale cambiamento di design. Apple è lungi dal confermare eventuali voci sui dettagli dell’iPhone 7 senza bottoni, ma sicuramente non può tenere tutto segreto: è infatti spuntato un altro chiaro indizio che il tasto home è destinato a sparire.

Depositato il 5 marzo 2015 e assegnato ad Apple il 17 maggio 2016, un brevetto chiamato “Man-machine interface for controlling access to electronic devices” non suona così emozionante. In realtà, sembra davvero noioso, ma il brevetto descrive il tipo di innovazione che serve ad Apple per rimuovere il pulsante Home che prende così tanto spazio sull’iPhone. Come risultato, lo schermo sarà in grado di occupare una porzione molto più grande della faccia del prossimo iPhone 7.

iphone-7-senza-bottoni-informatblog

Finora, Apple ha trovato il modo di replicare tutte le funzioni del tasto home a parte una caratteristica fondamentale: il sensore di impronte digitali. Altre funzioni del tasto home, tra cui accendere l’iPhone, invocare Siri, il multitasking e altro ancora possono essere sostituiti da una combinazione di software e 3D touch. Ma il lettore di impronte digitali è una caratteristica fondamentale e richiede il posizionamento privilegiato del tasto home sul davanti dell’iPhone.

Il brevetto apparentemente noioso a cui si è accennato sopra descrive la tecnologia che avrebbe permesso ad Apple posizionare il sensore di impronte digitali sotto il display. In questo modo, gli utenti sarebbero in grado di sbloccare il dispositivo, accedere applicazioni e utilizzare Apple Pay con lo scanner di impronte, ma senza la necessità di un pulsante home.

La parte migliore di questa invenzione è che l’intero schermo diventa un sensore di impronte digitali. In questo modo, si sarebbe in grado di accedere a una applicazione e-mail toccando la relativa icona. iOS determinerebbe il tipo di pressione decidendo se è necessaria o meno una scansione delle impronte digitali, e l’iPhone eseguirebbe la scansione biometrica, se necessario.

Inoltre, la tecnologia di lettura delle impronte digitali di Apple descritta nel brevetto potrebbe offrire letture del sensore 3D Touch ancora più veloce e più accurate. Il brevetto esplora le immagini ad ultrasuoni come una nuova tecnica per leggere un’impronta digitale posizionata sullo schermo.

“In questo tipo di sensore, due trasduttori vengono immessi sugli assi x e y del display, uno ciascuno per la ricezione e la trasmissione per la propagazione delle onde ultrasoniche attraverso una lastra di vetro; quando il dito viene posto sulla parte superiore del vetro, il dito impedisce le onde e il trasduttore ricevente può misurare l’alterazione dei modelli dell’onda”, spiega il brevetto.

Con l’aiuto di queste nuove tecnologie, Apple potrebbe anche lottare contro i vari hack utilizzati per sbloccare un iPhone dopo aver rubato le impronte digitali del proprietario.

Ovviamente, non c’è niente da garantire che questa particolare invenzione arriverà su iPhone 7 o su iPhone 8. Come capita con i brevetti di Apple, le tecnologie non sempre finiscono sui prodotti commerciali, a volte hanno solo lo scopo di proteggere le innovazioni di Apple: il brevetto non dimostra infatti che Apple è al lavoro per eliminare il tasto home e aumentare la dimensione dello schermo del telefono.(Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti