iPhone

Apple permetterà di nascondere le app iPhone che non usate mai

Quasi tutti i proprietari di iPhone trovano nella schermata home la stessa cartella: un gruppo di app di Apple, come il meteo, la bussola, e la borsa, che vengono utilizzate con parsimonia. Tutte queste app in genere vanno in una cartella che raramente viene aperta.

Ma gli utenti potranno presto avere la possibilità di nascondere quelle app indesiderate di Apple, in base alle nuove impostazioni scoperte nel codice dell’App Store. Il sito App Advice ha infatti recentemente scoperto due nuovi “flag” per classificare le app, aventi nome IsFirstPartyHideableApp e isFirstParty.

apple-iphone-app-informatblog

Questi flag di metadati indicano che Apple sta progettando di classificare alcune delle sue app come “nascondibili“, rispondendo a una delle più grandi lamentele degli utenti negli ultimi anni. Dato che la selezione dell’App Store di Apple è così enorme che sicuramente ci sono alternative migliori rispeto alle app preimpostate nel telefono, molti utenti hanno abbandonato quelle Apple per le loro preferite già da diverso tempo.

Naturalmente, non tutte le applicazioni di Apple saranno nascondibili. E’ lecito ritenere che la app del telefono e la app per i messaggi dovranno rimanere sulla schermata iniziale, per esempio. Ma Apple raggruppa oltre 30 app di default su iPhone, ed è lecito ritenere che alcune di esse vengono utilizzate solo raramente.

Il CEO di Apple Tim Cook disse a settembre che la società è stava cercando di capire come offrire la possibilità di nascondere le sue app indesiderate. Nel più recente aggiornamento iOS 9.3.1, Apple ha iniziato a dare agli amministratori di sistema che gestiscono più dispositivi per scuole o imprese la possibilità di nascondere le applicazioni di Apple, anche se è non è semplice da fare per un utente che gestisce solo il proprio telefono personale.

Tenete a mente che questi flag sono solo per gli sviluppatori, e non ci sono ancora piani annunciati, ma è possibile che la funzionalità venga introdotta questa estate all’annuale conferenza degli sviluppatori di Apple. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti