Caricamento in corso...
iPhone

Apple promuove le sue app nella classifica App Store?

Apple sembra usare la sezione delle app più scaricate del suo App Store per promuovere le proprie applicazioni elencando Numbers, Keynote, Pages, iMovie e iTunes U in posizioni più elevate di quelle che normalmente avrebbero. Se viste su un iPhone, queste applicazioni vengono visualizzate nella Top 20 ma se visti dalla versione desktop dell’App Store non sono presenti affatto all’interno della Top 20.

La discrepanza, naturalmente, potrebbe essere a causa di un bug nell’App Store, ma sarebbe un bug persistente se fosse davvero il caso: non sembra avere impatto sulle classifiche della maggior parte delle altre principali applicazioni oltre Apple. Cioè, Facebook Messenger è ancora al top di App Store, seguita dal nuovo arrivato Acapella di PicPlayPost, poi YouTube e poi Facebook.

Tuttavia, nella versione desktop dello Store, un gioco chiamato Twist è posizionato più in alto di Instagram e snapchat, mentre sulla versione iPhone 6s di App Store, Twist si presenta subito dopo quelle due applicazioni, anche quando le due classifiche vengono viste contemporaneamente.

app-store-informatblog

Anche le classifiche delle app gratis più scaricate sembrano variare da dispositivo a dispositivo. Ad esempio iMovie è al terzo posto nella classifica delle app gratuite su iPhone 6s, ma guardando la stessa classifica su iPhone 5s appare al numero 7. Numbers è al numero 9 su iPhone 5s, ma al numero 10 su iPhone 6s.

La ditta di ottimizzazione App Store Sensor Tower ha iniziato a studiare il comportamento strano alla fine del scorsa settimana. Secondo i suoi risultati iniziali, le applicazioni di Apple sembrano presentarsi in posizioni casuali sull’App Store su iPhone, e a volte rimangono elencati nella classifica delle app più scaricate anche dopo che sono state installate sul dispositivo dell’utente finale. La società è stata avvisato di questo comportamento quando Sensor Tower ha notato che i propri dati non trovavano corrispondenza con quello che appare nell’App Store.

Solo GarageBand e iTunes U entrano nella Top 10, per i dati di Sensor Tower, ma non le applicazioni per la produttività di Apple o iMovie. Sensor Tower ha testato l’App Store su più telefoni che eseguono iOS 9.1, testando su iPhone 6 e iPad mini, e ha incontrato le stesse discrepanze. Inoltre, anche loro hanno notato che il problema non riguarda solo l’iTunes App Store per iPhone ma anche la versione desktop.

Tuttavia, Torre sensore ha rilevato che un iPhone con una versione precedente del software iOS (8.3) non ha avuto lo stesso problema come gli altri dispositivi. Il problema è strano perché non può sempre essere duplicato. CEO AppFigures Ariel Michaeli, per esempio, ci ha detto che vede gli stessi Top Charts sul suo iPhone e desktop. Senza la conferma ufficiale di Apple (nessun commento è ancora stato fornito), non si può ufficialmente gesso questo fino ad essere diretta, la manipolazione manuale di Apple dei Top classifiche Charts. Potrebbe essere un bug.

Detto questo, vale la pena di sottolineare che non sarebbe la prima volta proprie che le app di Apple “magicamente” appaiono nella classifica su alcuni dispositivi e non su altri. Ad esempio, un utente Twitter a maggio ha individuato una stranezza simile in iPhone 4 e iPhone 6: visualizzando l’App Store su entrambi i dispositivi, Keynote, GarageBand, Numbers e l’Apple Store non risultavano nella classifica iPhone 4 ma erano presenti su iPhone 6.

Apple ha usato il suo App Store per promuovere più palesemente le proprie applicazioni anche in anni passati. Per esempio una volta ha iniziato a mostrare app come l’iTunes Store, Messaggi, Safari e anche Siri quando gli utenti cercavano termini correlati all’App Store come “film”, “sms”, “web”, o “Siri” e cose del genere. Ha inoltre iniziato ad inviare gli utenti su iCloud quando questo termine veniva cercato.

Se la manipolazione della classifica fosse stata fatta manualmente, avrebbe senso che dipendesse dal dispositivo: utenti con i nuovi iPhone 6s potrebbero dover installare applicazioni di Apple quando vanno sull’App Store la prima volta. Per gli sviluppatori di terze parti, tuttavia, la questione è se questa manipolazione (o problema tecnico, se si preferisce), sta influenzando le loro classifiche. Se Apple sta inserendo le proprie applicazioni senza che effettivamente siano tra le più scaricate, questo potrebbe spingere verso il basso le applicazioni degli sviluppatori. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti