Apple

Apple ritarda il lancio di HomeKit per alcuni dispositivi

I fan di Apple in attesa della piattaforma domotica aziendale, HomeKit, potrebbero dover aspettare più del previsto. Fonti che partecipano al programma hanno detto a Fortune che la data di uscita per alcuni dispositivi si è spostata da maggio o giugno per qualcosa di più vicino alla fine di agosto o settembre.

Per essere chiari, Apple non ha mai annunciato una data di uscita per HomeKit, ma i partner avevano detto al CES di quest’anno di aspettarsi qualcosa in primavera. Un partner aveva detto a Re/code di aspettarsi il prodotto in tempo per la festa della mamma o la festa del papà.

apple-homekit-ritardato-informatblog

Ciò è apparentemente cambiato. Fonti vicine alla situazione dicono che Apple ha in programma un annuncio su HomeKit alla sua Worldwide Developer Conference il prossimo mese, ma sta lottando per stabilizzare alcuni aspetti del software. Sembra che rendere facile accedere i vostri dispositivi (serrature, lampadine, ecc) on-line sia molto più difficile di quanto Apple previsto. Una fonte dice che la base di codice associato a quella parte del processo “è saltara in aria” e richiedeva troppa memoria per dispositivi alimentati a batteria più piccoli, dunque Apple sta cercando di ridurre le dimensioni del codice. Anche l’illuminazione è stata un problema, dice la fonte.

Apple ha annunciato la piattaforma HomeKit quasi un anno fa, alla sua Worldwide Developer Conference 2014, e fece molto clamore, ma con relativamente poche informazioni. In realtà, la maggior parte di ciò che sappiamo viene da voci di corridoio. Per ora, le informazioni di base sono che Apple sta costruendo una piattaforma che permette ai consumatori di controllare i prodotti tramite Siri, il suo assistente digitale vocale, o con le notifiche su telefoni, tablet e orologi.

Al CES di gennaio, le aziende di elettronica mostrarono spine, lampadine, e interruttori attivabili con un rapido tocco sullo schermo dell’iPhone. Un utente può anche creare “scene” che combinano diversi prodotti insieme e controllare un gruppo di luci o di un gruppo di prodotti con un solo tocco. Un buon esempio di questo potrebbe essere bloccare la porta e spegnere le luci quando si lascia la casa. Altri prodotti sul mercato offrono funzionalità simili, ma il loro setup può richiedere più tempo e l’acquisto di dispositivi diversi, facendo attenzione che funzionino insieme tra loro, e quindi la programmazione di tutto.

Apple HomeKit ha invece promesso di rendere il processo di set-up semplice come collegare il dispositivo e metterlo sulla stessa rete Wi-Fi del telefono. L’utente dovrà ancora costituire scene ma, ancora una volta, l’esperienza utente di Apple presumibilmente renderà questa esperienza una gioia al contrario di una prova di pazienza umana. Ma sembra che i consumatori dovranno continuare ad aspettare.

I prodotti certificati HomeKit si baseranno su app per iPhone e iPad per soddisfare sicurezza e standard associati andando sulla rete. I venditori che vogliono vendere prodotti HomeKit devono richiedere il programma e utilizzare hardware certificato nei loro prodotti.

Recentemente sono uscite un po’ di informazioni su come HomeKit prevede di gestire il Bluetooth, importante per i produttori di lampadine e serrature intelligenti. Quando Broadcom ha recentemente lanciato un nuovo software, ha detto: “I dispositivi HomeKit saranno in grado di passare da un dispositivo non-WiFi, come una lampadina intelligente Bluetooth, per connettersi ad una porta intelligente contenente il modulo software di Broadcom, creando un ponte dalla lampadina all’app HomeKit dell’utente sul proprio iPhone, iPad o iPod touch”.

Un’altra domanda che Apple deve ancora affrontare pubblicamente: Quale ruolo Apple TV giocherà nell’ecosistema HomeKit?. Se il telefono o tablet è il cervello della casa “intelligente”, la casa diventerà “muta” una volta che il proprietario la lascia: cattiva notizia per tutti gli eventi programmati o monitoraggio della sicurezza.

Alla sua conferenza sviluppatori il prossimo mese, Apple si aspetta di affrontare questo argomento con quello che gli osservatori ritengono che sarà un aggiornamento di Apple TV. Apple prevede anche di affrontare la questione HomeKit. Un portavoce di Apple nega che ci sarà ritardo per il lancio di HomeKit. “HomeKit disponibile solo da pochi mesi”, ha detto, “e abbiamo già decine di partner che si sono impegnati a portare accessori per la casa sul mercato. Non vediamo l’ora di vedere i primi il prossimo mese”.

HomeKit è disponibile come parte di iOS 8, il sistema operativo mobile di Apple, messo a disposizione del pubblico nel mese di settembre. Ma HomeKit non accessibile ai consumatori, poiché i dispositivi che lo supportano non hanno abilitato il supporto per HomeKit all’interno delle loro applicazioni. Alcuni dei dispositivi che supportano HomeKit sono già sul mercato; altri saranno lanciati presto, secondo il portavoce di Apple. Fonti che partecipano al programma dicono che sono state tenute fuori dai loro piani di lancio e attendono che Apple si pronunci sui problemi di HomeKit.

Apple sembra suggerire che il lancio non ha registrato alcuna battuta d’arresto permanente e che i consumatori riceveranno quello che aveva promesso il mese prossimo. Aspetteremo per vedere se tale lista corrisponderà con l’elenco originale dei partner di Giugno 2014. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti