AppleMercati emergenti

Apple, troppe truffe cinesi in giro

iphone

La polizia, in data odierna, ha posto in stato d’arresto oltre cinque distributori cinesi (autorizzati da Apple) per la vendita di iPhone nel distretto di Wenzhou, denunciati da Cupertino per l’invio di falsi componenti interni del modello 4S. In pratica, stando a quanto rivelano importanti fonti, la truffa ai danni di Apple ha condotto, in pratica, alla restituzione di ricambi originali per un valore complessivo di 400mila yuan (quasi 50mila euro).

Una truffa elaborata incredibilmente

Entrando maggiormente nello specifico, tutti i cinque soggetti implicati avevano prosciugato le proprie credenziali di distributori ufficiali per ricercare l’invio di componenti originali nella riparazione di 121 iPhone 4S. A esonero della batteria e della scocca, la polizia cinese ha quantificato in 3mila yuan (366 euro) il valore di un singolo insieme di componenti per ciascun Melafonino.

Anche i numeri di serie erano falsificati

Per fugare i dubbi da qualsiasi sospetto, i distributori cinesi, inoltre, avevano incollato il numero di serie dei 121 iPhone 4S originali sulle singole e fittizie parti interne destinate alla sostituzione a causa di problematiche tecniche causate ad hoc.
Non appare difficile incappare in truffe di questo tipo. I possessori di iPhone farebbero bene a dare, sempre e comunque, un occhio particolare ai propri dispositivi. Il mercato della contraffazione, a quanto pare, va facendosi sempre più scaltro ed elaborato. I metodi per accorgersene, di certo, non mancano. Il numero di serie è uno di questi. Controllarne la provenienza, ormai, è davvero una procedura del tutto obbligatoria.

2 comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti