Smartwatch

Apple sta uccidendo la gioia dello stile personale

Il nuovo orologio potrebbe essere il primo di una serie di prodotti che aiutano Apple a determinare come ci vestiamo e ci esprimiamo. Apple è stata a lungo conosciuta per il suo approccio estetico alla tecnologia, ma con l’annuncio di questa settimana dell’Apple Watch, l’azienda sta andando verso la moda, cercando di imporre della struttura sul concetto completamente soggettivo dello stile personale.

“E ‘incredibilmente personalizzabile, in modo da poterne trovare uno che rispecchi il vostro stile e gusto personale”, ha assicurato al pubblico di martedì il CEO di Apple Tim Cook. Considerando che l’Apple Watch è disponibile in soli tre stili quasi identici e una mezza dozzina di tipi di cinturino, il suo commento non è così diverso dalla rassicurazione di Henry Ford quando diceva che “la gente potrà avere la Model T in qualsiasi colore purché sia nero”.

Sì, l’Apple Watch offre più personalizzazione rispetto ai prodotti della società visti in passato. Ma se si considera il suo potenziale impatto sociale, così come l’approccio di Apple per le presentazioni di prodotti, la forma del dispositivo, le colorazioni, e gli abbellimenti diventano obbligatori, piuttosto che una scelta personale.

Da un punto di vista estetico, l’Apple Watch è abbastanza interessante, non troppo diverso da orologi sportivi tradizionali, ma con l’aria di un Tamagotchi legato al polso. Ma la sua combinazione di costo, funzionalità, tecnologia, e milioni di fanatici di Apple che costantemente bevono tutto ciò che gli viene propinato, pone le basi per quello che è probabile che sia un successo travolgente.

E questo è un peccato. Nello scenario peggiore per la moda, Apple non solo raggiungerà un monopolio sul mercato, ma anche la fiducia necessaria per esercitare un impatto maggiore sul modo in cui ci vestiamo noi stessi ogni giorno. L’orologio è senza dubbio un’indicazione di come Apple si avvicinerà ai futuri prodotti di moda, offrendo alle masse un quadro costrittivo in cui vestirsi, tutto con il pretesto di una “espressione di sé” personalizzabile.

Ciò pone lo stile personale nella sua forma più pura a rischio, inibendo il diritto di un consumatore alle varie scelte. Non è melodrammatico dire che, mentre si tratta di un orologio oggi, potrebbe essere un intero armadio tecnologicamente ottimizzato tra vent’anni. L’azienda vanta ora Angela Ahrendts, ex CEO di Burberry, come vice presidente senior.

Ogni creazione di moda di Apple inavvertitamente creare un panorama di shopping meno diversificato. Certo, potremmo dire che è innovazione, ma se i nostri orologi diventano più uniformi come i nostri telefoni cellulari, la perdita di Rolex, Seiko, Breitling, Patek Phillipes, e Swatch sarebbe una perdita ancora più triste per la moda. E questo per non parlare di come se Apple continua su questa strada, i marchi di abbigliamento – da Gucci a Gap – potrebbero affrontare un impatto simile.

Più Apple invade il mercato della moda, tanto più cercherà di creare una cultura consumistica robotica (qualcosa è già stato fatto con la tecnologia) – nel manipolare i più grandi piaceri di stile e di espressione personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti