Caricamento in corso...
AppleMercati emergenti

Da arroganza a servilismo: l’inversione a U di Apple in India

Nel settembre del 2014, Apple lanciò i tanto attesi iPhone 6 e iPhone 6 plus. I nuovi telefoni furono lanciati in 10 paesi, tra cui Hong Kong e Singapore, lo stesso giorno. Ma, come da oltre un decennio, Apple non ha lanciato i due dispositivi in ​​India né ha annunciato una data entro la quale gli smartphone sarebbero stati disponibili nel paese.

I fan di Apple in India hanno acquistato i telefoni al mercato grigio per circa cinque volte il prezzo ufficiale negli Stati Uniti. L’India decisamente non era sui radar di Apple fino a pochi anni fa. “Io amo l’India, ma credo che Apple abbia un potenziale più elevato in altri paesi. Questo non significa che non siamo interessati in India, ma a medio termine ci saranno maggiori opportunità altrove”, disse il CEO di Apple Tim Cook nel luglio 2012.

Ma nel corso degli ultimi mesi, l’India è diventata un mercato promettente per il gigante americano. Annunciando gli utili trimestrali della società il 26 aprile, Cook ha definito l’India una “opportunità veramente grande”. Ha detto: “Abbiamo lavorato in India con grande energia nel corso degli ultimi 18 mesi, e siamo incoraggiati dai risultati che stiamo cominciando a vedere”, ha detto Cook.

apple-iphone-india-informatblog

E, meno di un mese più tardi, Cook ha fatto il suo primo viaggio ufficiale nel secondo più grande mercato smartphone a livello mondiale.

Un nuovo amore

Fino a poco tempo fa, Apple stava solo giocando nel segmento di fascia alta degli smartphone in India, che è di circa il 4% del mercato complessivo secondo alcune stime. Ora, l’azienda vuole disperatamente vendere telefoni ristrutturati a prezzi più accessibili, che potrebbero migliorare drasticamente le sue vendite in una nazione così sensibile al prezzo. Ma finora, non è riuscita a ottenere l’approvazione da parte del governo.

Nonostante le restrizioni normative, l’India è tra le prime priorità per Apple per il futuro, come Cook ha detto in un’intervista al canale televisivo NDTV. La società si sta ora avvicinando all’India “umilmente” e spera di rimanere sul mercato per “mille anni”, ha detto.

Il primo giorno del viaggio di Cook, Apple ha annunciato la creazione di un acceleratore di app a Bangalore entro l’inizio del 2017. Il giorno successivo, Cook ha inaugurato nuova sede di Apple a Hyderabad. La società assumerà fino a 4.000 nuovi dipendenti presso questo ufficio.

Anche se la società non ha annunciato l’esatto ammontare degli investimenti nelle due nuove strutture, Cook ha detto che Apple spenderà spendere “diverse centinaia di milioni di dollari” a Hyderabad e Bangalore, un investimento decisamente importante.

Cook ha anche incontrato numerosi imprenditori indiani, tra cui dirigenti di Reliance Industries, ICICI Bank, Bharti Airtel e Tata Group. Ha notato la forte espansione del settore della tecnologia del paese e ha visitato l’ufficio della startup dei ristoranti online Zomato. Il boss di Apple ha trovato anche il tempo di visitare un tempio indiano, partecipare ad una festa di Bollywood e guardare una partita di cricket.

Tuttavia, la mancanza di numeri dell’investimento ha deluso alcuni commentatori. “Lo chiamerò un grande sforzo di esplorazione, e non vedremo alcun risultato immediato”, ha detto Vishal Tripathi, research director di Gartner. “Non voglio definire la sua visita stupefacente in questo momento.”

Il rallentamento dela Cina

Il viaggio di Cook in Asia arriva nel momento in cui la crescita di Apple sta rallentando nel suo secondo più grande mercato, la Cina, ed è in forte aumento in India. Nel secondo trimestre della società, le entrate dalla Cina sono scese per la prima volta in assoluto, mentre sono aumentate del 56% in India.

L’India è ora propagandata come la prossima Cina per Apple. Tuttavia, Cook ha detto che non vi è alcuna connessione tra i due sviluppi.

“Il piano per l’India non ha nulla a che fare con la Cina”, ha detto Cook a NDTV. “L’India è diversa dalla Cina, è un posto diverso e ci stiamo entrando con molta umiltà. Vendiamo qui da un po’, come si sa, ma stiamo facendo un passo indietro nel considerare l’India strategicamente e credo che le riforme in corso nel paese portino un futuro estremamente brillante; vorremmo essere una parte di questo”.

Durante il secondo trimestre del 2016, il fatturato di Apple in Cina è pari a 12,5 miliardi di dollari (pdf). In confronto, l’India è una frazione minuscola del business dell’azienda, secondo alcune stime, il paese rende meno dell’1% delle vendite complessive di Apple. E anche se l’azienda non ha fatto grandi annunci in India, Cook ha fatto un enorme investimento di 1 miliardo di dollari in un servizio locale per taxi, Didi Chuxing.

Ma la società segreta sembra essere in attesa del momento giusto per iniziare a fare grandi scommesse sulla terza economia dell’Asia. “Sono venuto qui per conoscere le persone, la cultura e il modo di fare business, e ciò a cui le persone sono interessate e le loro speranze e aspirazioni”, ha detto Cook. “Me ne vado con più conoscenza.” (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti