Altri accessori

ASAP Charger: Come caricare un iPhone 6 in 15 minuti

Il CES è sempre pieno di cose strane e meravigliose e non è stato diverso nel 2015. Nascosto dietro i principali protagonisti tra cui televisori enormi e computer portatili sottilissimi c’è un gadget forse più interessante di tutti: una batteria esterna che afferma di caricare un iPhone 6 da 0 a 100% in soli 15 minuti.

L’accessorio, denominato ASAP Charger, è stato realizzato dall’azienda ibattz, e parte della sua capacità proviene dalla forza bruta: mentre la maggior parte dei caricabatterie hanno un Ampere e cinque Volt in uscita, e l’iPad ha 2A e 5V in uscita, l’ASAP Charger ha un’uscita 20V-2A.

asap-charger-informatblog

Inoltre, questa uscita si combina con la capacità di carica rapida dell’iPhone 6 (accessibile con un caricabatterie iPad a voltaggop superiore, ma subdolamente non con i caricabatterie standard di Apple), per abbassare ancora di più il tempo di carica verso il basso.

Ma questo sarebbe sufficiente? La carica di un iPhone 6 richiede in genere almeno un’ora. Frustrante, ma comprensibilmente, ibattz non è disposta ad andare nei dettagli più intricati dato che ASAP Charger non sarà in vendita per qualche mese e che vuole mantenere un vantaggio competitivo – e forse cercare di ottenere alcuni brevetti.

ibattz afferma che il suo ASAP Charger sarà disponibile in due formati al momento del lancio – 5.600 mAh e 11.200 mAh (il prezzo non è ancora noto) – e dal momento che l’iPhone 6 ha una batteria 1810 mAh entrambe le capacità dovrebbero essere in grado di effettuare una ricarica rapida più e più volte prima di doversi ricaricare a loro volta.

Per inciso ibattz non ha rivelato quanto velocemente un iPhone 6 Plus riesce a ricaricarsi, ma non è semplice come aggiungere il tempo proporzionale alla sua più grande batteria da 2915 mAh: la carica della batteria non è sempre coerente per le diverse capacità. Indipendentemente dal fatto che l’iPhone 6 è il modello di maggiore bisogno di aiuto, l’iPhone 6 Plus ha una durata della batteria di gran lunga superiore.

Cauto ottimismo

ibattz ha diversi buoni prodotti alle spalle in questo ambito, ma ai cinici consigliamo di aspettare per fare recensioni: potrebbe valere la pena di aspettare più a lungo, dato che un’alta intensità di carica potrebbe avere un effetto negativo sulla durata della batteria nel tempo.

La ricarica rapida sta diventando una componente fondamentale della vita di tutti i giorni, dalla tecnologia di ‘Quick Charge‘ integrata nel chipset Qualcomm Snapdragon e vista nel Nexus 6 e nel Galaxy Note 4 ai caricabatterie rapidi integrati da aziende del calibro di Tesla e BMW per le auto elettriche. Detto questo se ibattz avesse battuto Qualcomm, Apple, Samsung e il resto della concorrenza facendo caricare il telefono in modo super veloce, allora sarà davvero una mossa che farà fare un grosso passo avanti alla tecnologia odierna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti